La Lega calpesta il ricordo di Astori: multerà la Fiorentina per la fascia da capitano

Che qualcosa nel calcio italiano non stia funzionando è sotto gli occhi di tutti. Questa stagione è iniziata all’insegna di Dazn, la nuova piattaforma di streaming che sta facendo infuriare i tifosi di mezza Italia. La spartizione dei diritti televisivi, infatti, ha costretto gli appassionati del pallone a pagare un doppio abbonamento per vedere tutte le partire del massimo campionato.

Ad attirare ancora di più le ire dei tifosi sulla Lega Calcio ci sta pensando la Lega stessa. Il motivo? La fascia da capitano. Che un processo di “modernizzazione” della Serie A fosse in atto, già da molti anni, non è un mistero. Non solo il recente doppio abbonamento ed un campionato sempre più “spezzatino”, però. La Lega, infatti, ha deciso di omologare tutte le fasce di capitano delle squadre di Serie A.

Una motivazione più o meno ufficiale in merito a questa vicenda non sembra, al momento, esserci. Anche in Premier League, asserisce qualcuno, la fascia da capitano è uguale per tutti. Vero. La questione, però, si fa più seria se riguarda un uomo (ed un calciatore) che non c’è più: Davide Astori.

In applicazione degli artt.11 e 13 del nuovo regolamento sulle divise di gioco, verranno sanzionate le società che non si adegueranno al “modello standardizzato della fascia da capitano“. Sarà multata, quindi, anche la Fiorentinache ha deciso di adottare (per sempre) una fascia dedicata al suo capitano scomparso.

Una Lega Calcio che non guarda in faccia a nessuno, quindi, nemmeno a chi non c’è più. Ma questo lo avevamo già capito quando, a poche ore dalla tragedia occorsa a Genova, la Serie A ha giocato come se nulla fosse accaduto. The show must go on. E non importa come, anche se significa calpestare il ricordo di chi, come Astori, ci ha lasciato per sempre.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più