Savoia, Maglione non fa drammi: “La squadra deve ancora amalgamarsi…”

Maglione

Il primo a parlare in sala stampa in rappresentanza del Savoia, e’ il d.g Francesco Maglione, il quale esordisce cosi’:” Normale non essere stati brillanti. La squadra si e’ sottoposta durante il ritiro a durissimi carichi di lavoro ed inoltre non va trascurato che la rosa che abbiamo allestito e’ composta attualmente da diciotto elementi nuovi che debbono ancora integrarsi. Trovo che questa gara vada dunque interpretata soltanto come una semplice amichevole di Agosto. La cosa piu’ importante e’ quella di farsi trovare pronti per il 31 Agosto, data di inizio del campionato”. Il discorso del massimo dirigente oplontino si sposta dunque sul calcio-mercato:” Attualmente il reparto piu’ carente dal punto di vista numerico, e’ la difesa. Ingaggeremo sicuramente due elementi: un centrale difensivo per rimpiazzare il partente Manzo e un esterno basso che sia bravo a giocare su entrambe le fasce. Per quanto concerne invece la questione portieri, non appena avremmo finito di valutare le condizioni fisiche di Gragnaniello, provvederemo ad integrarlo nella rosa visto che attualmente disponiamo in rosa del solo Santurro. A centocampo ed in attacco, siamo invece a posto cosi’”. Maglione ci tiene a ringraziare i supporters oplontini, giunti in massa nella vicina Pagani:” Appare scontato dire che volevano ringraziare pubblicamente i nostri tifosi. Sono stati eccezionali ed a fine partita hanno incitato la squadra nonostante il risultato. Questa e’ la strada giusta: hanno capito che il loro sostegno risultera’ prezioso per raggiungere al piu’ presto possibile gli obiettivi che ci siamo prefissati”.Un ultimo passaggio, sulla prossima gara di coppa:” Giocheremo il 14 (domenica) contro il Barletta, sul neutro di Frattamaggiore e ivi ci alleneremo nella settimana succesiva, considerato che il “Giraud” e’ indisponibile per lavori di ristrutturazione e sara’ pronto per l’inizio del campionato. Credo che sia molto meglio per noi giocare subito, cosi’ dopo potremmo concentrarci esclusivamente sul primo impegno ufficiale della stagione”.

Sorriso a trentadue denti anche per il centrocampista panamense classe 92’ Herrera, che appena arrivato dall’Avellino, ha bagnato subito il suo esordio con una rete: “ Sono molto contento per aver cominciato questa mia nuova esperienza con un goal. La posizione che solitamente occupo in campo e’ quella di seconda punta anche se oggi il mister ha schierarmi come mezz’ala. Nonostante cio’ credo di aver fatto ugualmente bene”. Positivo anche l’impatto con l’ambiente e con i suoi nuovi compagni:” La sensazione e’ molto positiva. Mi sono subito trovato bene con i miei nuovi compagni. C’e’ voglia di costruire qualcosa di importante e di regalare tante soddisfazioni ai nostri tifosi”.

Soddisfatto anche il migliore in campo del match, l’attaccante napoletano Giuseppe Caccavallo, giunto a Pagani in prestito dal Parma e l’anno scorso gia’ castigatore dei bianchi in coppa Italia quando militava nel Gubbo. La sua eccessiva esultanza subito dopo il goal, ha una sua spiegazione. Durante questa sessione di mercato, l’attaccante era molto vicino al Savoia che a suo dire ha preferito pero’ non puntare su di lui. Con le sue frecciatine,intende dunque implicitamente togliersi qualche sassolino dalla scarpa:” Oggi credo di aver dimostrato di non essere un calciatore finito. Poche settimane fa, ero vicino ad indossare la maglia del Savoia ma la dirigenza oplontina ha preferito non puntare su di me. E’ arrivata dunque la chiamata della Paganese ed ora che sono qui, spero di togliermi parecchie soddisfazioni. Del resto, ogni volta che ho incontrato da avversario il Savoia, gli ho fatto goal e questo penso che questo possa bastare… “. Un ultimo passaggio, sugli obiettivi futuri della squadra:” Ora non dobbiamo fermarci. Dobbiamo continuare su questa strada perche’ sono sicuro che potremmo toglierci parecchie soddisfazioni. Inoltre, se arriveranno i risultari, riusciremo a portare entusiasmo tra i tifosi”.

A chiudere il giro di interviste, il capitano dei bianchi Francesco Scarpa il quale ci tiene pubblicamente a ringraziare i suoi ex tifosi:” Ho ricevuto davvero una grande accoglienza. Sinceramente me lo aspettavo per il bel ricordo che ho lasciato qui e vi confesso di essermi emozionato”. Sulla prestazione globale della squadra, il numero dieci dei bianchi vede il bicchiere mezzo pieno:” Il primo tempo e’ stato discreto mentre nella seconda frazione ho visto un ottimo Savoia che avrebbe meritato senza dubbio il pareggio”. Un ultimo pensiero, sulla stessa scia del d.g Maglione, lo dedica alla tifoseria:” I nostri tifosi sono unici, ma questa non e’ una novita’. Sia che si vinca o che si perda, sono sempre li’ a sostenerci”.

Potrebbe anche interessarti