Maglione si dimette dopo la vittoria: “Convochero’ l’assemblea dei soci e mi dimettero'”. Bucaro: “Grande reazione della squadra”

Maglione

Uno squarcio di luce dopo la tempesta. Cosi’ si potrebbe sintetizzare brevemente la settimana tribolata che ha vissuto il Savoia. Maglione e molto probabilmente anche Bucaro il quale ha vissuto questi ultimi, surreali giorni da vero e proprio separato in casa, si congedano dunque dalla loro avventura al timone della nave biancoscudata con una vittoria dal sapore dolce per l’ambiente, non poco preoccupato per le ultime prestazioni della squadra, ma dal retrogusto amaro per l’ex d.g del Bologna e l’ex tecnico dell’Avellino, il cui progetto tecnico si e’ arenato sul nascere. Il primo a prendere la parola nella sala stampa dello stadio “Bisceglia”, e’ proprio l’avvocato Maglione, le cui parole sono una miscela di rammarico ed allo stesso tempo di veleno:” Quella appena trascorsa e’ stata una settimana terribile per una serie di vicissitudini che voi conoscete benissimo ed a gran fatica abbiamo lavorato per mantenere un equilibrio che era difficilissimo conservare. Per quanto mi riguarda, ho sempre messo la faccia per questa societa’, forse anche troppo direi e lo faro’ anche in questa circostanza, convocando nei prossimi giorni l’assemblea dei soci per rassegnare le mie dimissioni in seguito ad un grave episodio di cui siamo state vittime sia io che Maglione. Al nuovo direttore auguro un buon lavoro e le migliori fortune ma permettemi di fare due ringraziamenti particolari: a Mario Luce ed alla sua famiglia che nel giro di un anno e mezzo sono riusciti ad avviare un progetto che ha permesso al Savoia di ritornare tra i professionisti ed al sindaco di Torre Annunziata Starita, il quale ci e’ stato molto vicino in piu’ di una circostanza”. Un piccolo passaggio anche sul match di oggi, che ha regalato agli oplontini i primi tre punti della stagione.” Complimenti a tutta la squadra. I ragazzi hanno giocato mettendo in mostra i cosidetti “attributi” e se sapranno migliorarsi dal punto vista dell’approccio mentale, riusciranno a salvarsi”.

Al settimo cielo il capitano dei bianchi Francesco Scarpa, autore di una grande prestazione sugellata da una rete di pregevole fattura che poteva moltiplicarsi se quel bel diagonale nel finale di gara non si fosse stampato sul montante:” Finalmente la prima vittoria. Abbiamo disputato una gara davvero perfetta e da primo tifoso del Savoia non posso che essere molto felice”. Alla domanda come la squadra abbia affrontato questa settimana burrascosa, il numero dieci torrese risponde:” Qualche piccolo problema puo’ capitare a tutti. La societa’ e’ stata brava ad isolarci ed a consentirci di mantenere alta la concentrazione”. L’ex fantasista paganese, chiude con una speciale dedica:” Dedico la rete a mio zio Antonio”.
Ai microfoni della stampa, arriva dunque un altro atteso protagonista: l’allenatore Giovanni Bucaro, il quale nonostante abbia gia’ la valigia pronta, preferisce glissare sulle ultime vicisittudini societarie per concentrarsi piuttosto su una minuziosa disamina della partita:” Il match di oggi rappresentava un punto interrogativo ma i ragazzi mi hanno stupito, disputando una grande prestazione. Questo non vuol dire pero’ che ora siamo diventati dei fenomeni cosi’ come non eravamo scarsi prima. La squadra non e’ apparsa affatto scossa dalle numerose polemiche scoppiate in settimana ed ha concesso poco ad un avversario temibile come l’Aversa che la settimana scorsa ha segnato tre reti alla Salernitana. Adesso ci dobbiamo proiettare subito a mercoledi’ perche’ dovremmo affrontare una compagine molto forte e blasonata come il Lecce. Siamo chiamati ad una grande prova per dare continuita’ al gioco ed ai risultati”. Un ultimo passaggio sui nuovi acquisti, Calzi e Cipriani:” Ci hanno consentito di acquisire esperienza e qualita’, al di la’ della condizione fisica non ottimale. Mi ha colpito soprattutto Cipriani che si e’ sacrificato molto anche in fase di copertura”.

Per i bianchi, chiude il giro di interviste il difensore centrale Rinaldi, molto soddisfatto per la prima rete in maglia bianca ma soprattutto per i tre punti conquistati:” Domenica scorsa contro il Benevento, due errori ed un pizzico di sfortuna ci hanno penalizzato ma oggi abbiamo dimostrato maggior compattezza e siamo cresciuti sotto l’aspetto organizzativo. Cio’ ci ha permesso di non subire reti e di portare a casa l’intera posta in palio”. L’ex stopper del Bari ammette che quella appena trascorsa non sia stata una settimana facile, eppure la squadra ha saputo reagire alla grande:” Sono stati dei giorni duri ma abbiamo cercato di non pensare a cio’ che accadeva ma risposta che abbiamo dato sul campo e’ stata da grande squadra; non era affatto facile, onore a noi. Le critiche fanno parte del calcio e la accettiamo, Torre Annunziata e’ una piazza difficile ma allo stesso tempo stimolante”. Per quanto concerne invece la disposizione tattica, Rinaldi promuove l’esperimento della difesa a tre, gia’ provato contro il Benevento:” Trovo positivo l’esperimento della difesa a tre. Il mister ci ha detto prima della gara,di giocare divertendoci e di provare a fare cio’ che abbiamo provato in settimana in allenamento. Direi che abbiamo preso le sue parole alla lettera ed il risultato lo si e’ visto”. Un ultimo passaggio sul goal che ha spianato la strada ai torresi verso il successo:” Sono molto contento per la rete. Sugli sviluppi dell’azione, era stato commesso un netto fallo su Cipriani ma l’importante e’ che la sfera sia entrata nel sacco”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più