Bucaro ai microfoni della stampa: “La vittoria in casa arriverà presto”

Giovanni Bucaro

Il primo a parlare in rappresentanza del Savoia e’ il centrale difensivo Di Nunzio. L’ex calciatore della Juve Stabia ha disputato ancora una volta una buona partita e sembra rigenerato dopo il cambio di modulo operato nelle ultime settimane dal tecnico Bucaro, come ci conferma lui stesso:” Sto bene e sono contento di poter dare il mio contributo alla squadra. Indipendentemente dal modulo, credo pero’ che la differenza la stia facendo la dedizione negli allenamenti. Se si lavora sodo e bene, i risultati alla fine arrivano”. Lo stopper romano, passa poi ad analizzare la partita:”Nel primo tempo non abbiamo giocato bene e penso che cio’ sia da attribuire alla stanchezza per aver giocato tre partite nello spazio di pochi giorni. Nel secondo tempo invece, siamo stati molto piu’ convincenti”. Un ultimo passaggio infine sul tabu’ “Giraud”, dove ormai i tre punti mancando da molti mesi”:Ci tenevano ad ottenere i primi tre punti sul nostro terreno di gioco ma se continueremo a giocare cosi’, li conquisteremo molto presto. Bisogna continuare a lavorare e stare tranquilli”.

Giunge in sala stampa anche l’allenatore del Savoia, Giovanni Bucaro. Il tecnico siciliano, conferma il passo indietro sul piano del gioco rispetto agli ultimi match contro il Lecce ed il Barletta:” Abbiamo fatto non uno ma tre passettini indietro rispetto alle ultime prestazioni. Nel primo tempo eravamo troppo contratti ma nel secondo, la squadra e’ stata piu’ propositiva e mi e’ piaciuta”. Bucaro passa dunque ad analizzare la partita e ad a rispondere alle domande dei giornalisti presenti in aula, circa le scelte tecniche adoperate quest’oggi, considerato che il Savoia del secondo tempo e’ apparso molto piu’ convincente di quello visto all’opera nel primo:” L’ingresso di Del Sorbo e D’Apollonia ha effettivamente conferito maggiore vivacita’ e dinamicita’ al reparto offensivo. Tra i tre attaccanti di cui dispongo, tutti possiedono caratteristiche diverse; Di Piazza oggi e’ apparso sottotono rispetto alle ultime uscite, Cipriani invece non stava bene fisicamente ma sono sicuro che appena recuperera’ la forma, risultera’ fondamentale mentre Del Sorbo ha avuto un ottimo impatto sulla gara . Per quanto riguarda invece D’Apollonia,si tratta di un ragazzo molto abile nell’uno contro uno e che sta facendo bene ogni volta che viene chiamato in causa. Rappresenta sicuramente un’alternativa importante nel reparto avanzato, un’arma in piu’ di cui posso disporre in corso di partita. Come valuto la prestazione di Sivieri?Ottima, credo che il ragazzo abbia fatto molto bene”. Il tecnico biancoscudato, spiega che le sue scelte sono funzionali al cambio di modulo attuato in corso d’opera:”Il passaggio al 3-5-2, condiziona ovviamente le mie scelte in quanto devo schierare calciatori che sono in grado di adattarsi a tale modulo”. E quando un addetto ai lavori gli fa notare come giudica in tal senso la non brillantissima prestazione di Sanseverino nel ruolo di interno destro, Bucaro risponde cosi’:” Non riesco a spiegarmi perche’ Sanseverino sia il calciatore piu’ criticato di tutti. E’ vero, le sue ultime prestazioni non sono state ottime ma e’ un ragazzo giovane e va sostenuto ed aiutato”. Un ultimo passaggio infine sulla prossima trasferta a Salerno:” Sara’ una gara difficile ma la affronteremo con lo stesso spirito di sempre. Le trasferte non mi spaventano perche’ in questo campionato, tutte le gare sono complicate sia che si giochi in casa sia fuori”.

E’ la volta dunque del tecnico dell’Ischia Porta, molto soddisfatto dopo l’ottimo pareggio strappato sul difficile campo del “Giraud”:” Sono molto contento della prestazione offerta dalla squadra. Cio’ che mi ha stupito di piu’ e’ stata pero’ la capacita’ di palleggio e di circolazione della sfera che ci ha permesso in alcune fasi di rallentare il ritmo della gara. Per il resto, non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi.Siamo una squadra giovane, con un’eta’media molto bassa ed e’ dunque normale che con il tempo dovremo acquisire una maggiore personalita’”. L’allenatore procidano, e’ consapevole che in casa si riesce a raccogliere molto meno che in trasferta, ma non appare preoccupato per questo poiche’ convinto che con il lavoro si potra’ invertire questo “trend”negativo:” E’ vero, in casa soffriamo di piu’ perché siamo costretti a costruire il gioco ma nonostante cio’ il pubblico ci ha sempre applaudito perché si accorge sempre di quanto impegno mettiamo sul rettangolo verde”. Alla domanda se Ischia e Savoia potranno farcela a conquistare la salvezza, Porta non ha dubbi:” Siamo due buone squadre e sono convinto che possiamo farcela entrambe se ci metteremo sempre tanto impegno”. Un ultimo passaggio, sul calciomercato:” Stiamo cercando due calciatori di una certa esperienza sul mercato degli svincolati, che possano darci una mano nell’immediato. Siccome non dobbiamo assolutamente permetterci il lusso di sbagliare le scelte, se non troveremo cio’ che fa al caso nostro, aspetteremo Gennaio”.

Poche parole anche per l’autore del pari ischitano, l’esterno sinistro Ciotola, il quale appare molto contento per la rete e la prestazione complessiva della squadra:” Abbiamo conquistato un ottimo punto su un campo difficile. Nel calcio, oltre la bravura occorre anche una buona dose di fortuna. Nel primo tempo abbiamo giocato meglio noi ma siamo stati puniti da un’unica ingenuita’ difensiva mentre la stessa cosa, a parti invertite, e’ capitata al Savoia nella seconda frazione”. Sulla sua doppia posizione di esterno sinistro e seconda punta, ricoperta in campo nel primo tempo, il numero undici gialloblu’ afferma:” Di solito gioco a sinistra, da esterno di centrocampo oppure d’attacco ma a volte mi ritrovo anche a ricoprire il ruolo di seconda punta anche se la cosa importante non e’ la posizione in cui il mister decide di impiegarmi, bensi’ la voglia di far bene in qualsiasi circostanza”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più