Caso Naturale e Pianese lanciano l’Herculaneum al terzo posto

Ercolano

Bisognava approfittare del pareggio casalingo di ieri della Virtus Volla e così è stato. I tre punti di oggi ai danni dell’Hermes Casagiove non solo portano la squadra di mister Ulivi a 23 punti, appaiati con i vollesi, ma crea un piccolo vuoto con le inseguitrici che vede tra le più vicine il San Marco Trotti a 16 punti, sei in meno dei granata, in attesa del Gladiator che gioca alle 14.30.

Caso Naturale è sempre più bomber con sei reti in dieci gare. Proprio lui sblocca la gara al 26’ del secondo tempo quando spalle alla porta in area si gira e di sinistro trafigge Merola. Poco dopo però il bomber con il numero 7 è costretto a uscire per infortunio. Da valutare le sue condizioni in vista del ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia previsto mercoledì alle 14.30 al “Solaro” contro il Real Forio.

A Santosuosso, il mister dei casertani, va il grande merito di aver ben messo in campo i suoi, rendendo soporifera la partita soprattutto nel primo tempo quando i padroni di casa hanno fatto grande possesso palla ma sono stati veramente pericolosi solo con Liccardi al 15’ e il solito Caso Naturale su punizione al minuto numero 24. Orfana di Salvati e Orefice (sostituito in regia da Falanga), l’Herculaneum non è riuscita a pungere come avrebbe voluto. «Abbiamo approfittato delle loro assenze» ha dichiarato Santonastaso a fine gara. «Siamo riusciti a intaccare il loro gioco, colpendo soprattutto l’ingranaggio a centrocampo». Infatti ogni qualvolta l’Herculaneum giungeva ai venticinque-trenta metri dalla porta trovava davanti a se un muro di dieci persone con la divisa gialla.

Nella ripresa Ulivi ha inserito Pianese al posto di Romano e Cozzolino, attaccante esterno dotato di velocità, al posto del terzino Incarnato, mettendo così la difesa a tre cone Cipolletta centrale, De Fenza a sinistra e Cefariello a destra, per tornare poi a quattro con il successivo ingresso di Amoruso. Il gioco man mano è stato più vivace e veloce fino a quando Caso Naturale con un bel gesto atletico è riuscito a insaccare il pallone del vantaggio. La gara è stata chiusa all’86’ da Raffaele Pianese, ex Napoli prefallimentare alla sua seconda presenza al “Solaro”, con un tapin vincente dopo la respinta del portiere Merola su tiro di Liccardi.

«Complimenti al collega Santonastaso – ha affermato Ulivi – che ha preparato bene la gara su i miei centrocampisti. Nel secondo tempo ho messo calciatori più rapidi ma mi ha messo in difficoltà dal punto di vista tattico».

 

AV HERCULANEUM 1924 – HERMES CASAGIOVE   2-0

Herculaneum 1924 : Capece, Cefariello, Incarnato (20’st Cozzolino), Falanga, Cipolletta, De Fenza, Caso Naturale (28’st Amoruso), Piccirillo, Romano (17’sr Pianese), Basso. A disp: Bencivenga, Giovanniello, Merolla, Russo. All: Ulivi.

Casagiove: Merola, Salzillo F., Perrella, Santonastaso, Mingione, Dell’Innocenti, Russo, Mstroianni, Fucci (24’sr Monaco), Izzo (34’st Toscano), Desiato (38’st Cutolo). A disp: Roberti, Salzillo P., Iuliano, Sodano. All: Santonastaso.

Arbitro: Grasso di Ariano Iripino

Assitenti: Imparato – Lungo di Napoli

Reti: 26’st Caso Naturale, 41’st Pianese.

Note: Ammoniti Piccirillo e Basso (H). Calci d’angolo 4-2 per l’Herculaneum. Recupero: 1 minuto primo tempo; 4 secondo tempo. Spettatori al 500 locali.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più