Savoia – Reggina e il rebus di Ugolotti

Guido Ugolotti

Le importanti squalifiche di Calzi, Gallo e Di Nunzio, avranno di certo disturbato per tutta la settimana, il sonno del tecnico torrese Ugolotti alle prese con un cubo di “Rubik” di difficile soluzione: scegliere l’undici da mandare in campo nella sfida salvezza di sabato pomeriggio contro la Reggina. Andiamo un po’ a vedere, reparto per reparto, quali potrebbero essere le soluzioni adottabili.

 

Difesa: è piaciuta la mossa del tecnico originario di Massa di schierare Verruschi a destra nel derby contro la Juve Stabia. L’ex Pontedera aveva il non facile compito di limitare le scorribande di Contessa e Bombagi eppure,nonostante fosse un destro naturale,se l’e’ cavata egregiamente, sfruttando la sua velocità.Considerato che negli ultimi venti minuti di gioco, subito dopo l’espulsione di Di Nunzio, non è dispiaciuto Sabatino nell’inedito ruolo di centrale difensivo, Ugolotti potrebbe prendere in considerazione l’idea di schierarlo di nuovo in quella posizione accanto a Sirigu, dirottando proprio Verruschi a sinistra (andrebbe cosi’ ad occupare la sua posizione naturale) e Cremaschi a destra.

 

Centrocampo: è’ il reparto più decimato.Peseranno come macigni le assenza di Calzi e Gallo e occorrerà dunque giocoforza ridisegnare la linea mediana. Scontato l’impiego di Sivieri nel ruolo di regista, Ugolotti dovrà decidere chi affiancargli ai lati.Potrebbe riavere finalmente una chance Gargiulo il quale dovrà giocarsi al meglio le sue carte per convincere il tecnico toscano che nell’ultimo periodo lo aveva un po’ accantonato. Malaccari potrebbe invece essere dirottato a sinistra anche se a dir il vero, l’ex Gubbio non ha mai convinto in pieno. É stato sinora utilizzato in quasi tutte le posizioni di centrocampo (mediano incontrista, interno e persino ala) ma le partite in cui ha raggiunto la sufficienza si contano sulle dita di una mano.Anche nel derby di Castellammare è stato uno dei più negativi, proteggendo male la corsia di sinistra e non consentendo mai a Verruschi di proiettarsi in avanti.A questo punto non è escluso che Ugolotti possa dare un’opportunità pure a Giordani.

 

Attacco: sin qui quello che ha deluso di più, non senza però il concorso di colpa del centrocampo. Se non si costruisce gioco ed arrivano poche palle giocabili, è anche vero che diventa difficile segnare. A prescindere da tutto, il persistere nell’utilizzo di una sola punta non ha comunque dato i suoi frutti, visto che sia Di Piazza che Del Sorbo hanno ricevuto poca assistenza dalle due ali da cui spesso erano troppo distanti. A questo punto potrebbe anche prospettarsi un nuovo, triplice ventaglio di opzioni: 1) l’impiego delle due punte, una di peso (Cipriani) l’altra di profondità (Di Piazza) 2) un 4-3-2-1 ad albero di Natale con Scarpa e Sanseverino (verrebbe impiegato nel suo ruolo di origine) dietro all’unica punta 3) un 4-3-1-2 (ovvero il modulo preferito da Ugolotti) con Sanseverino o Scarpa dietro a Di Piazza e Scarpa o D’Apollonia. Alla vigilia della delicata sfida contro i calabresi, siamo decisamente curiosi di sapere cosa si inventerà il combattivo tecnico oplontino.

 

Qui Reggio Calabria: tira una brutta aria in casa Reggina. Dopo la sconfitta rimediata al “Granillo” contro il Benevento, salgono a quattro le sconfitte consecutive degli amaranto ed è proprio delle ultime ore la notizia che il presidente Lillo Foti ha messo in vendita la società. Come se non bastasse, ad infliggere un ulteriore colpo ad un ambiente già molto scosso dalle vicissitudine societarie, e’ stata la notizia della rescissione del capitano nonché uomo simbolo, David Di Michele. Comprensibile dunque la scelta della società di mandare in ritiro in Campania, i ragazzi del neo-tecnico Tortelli.Buone notizie invece arrivano dalla rosa: torneranno difatti di nuovo a disposizione il difensore centrale Di Lorenzo ed i centrocampisti Rizzo e Dall’Oglio, i quali hanno scontato i rispettivi turni di squalifica.Questo dovrebbe essere l’undici a cui mister Tortelli potrebbe affidarsi

Reggina (5-3-2)
Kovacsik(91’);Aquino (94’),Ungaro(87’),Crescenzi(92’),DiLorenzo(93’),Karagounis(94’);Armellino(89’),Rizzo(91’),Dall’Oglio (92’); Louzada (94’), Insigne (94’).

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più