Turris capolista, ma il Liguori deve ritornare un fortino

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=vph8SOJ-Zpo[/youtube]

Archiviata la preziosa vittoria con la Sibilla, la turris è già proiettata alla prossima gara. Il cammino che attende i corallini sarà ricco di insidie, a cominciare già dal prossimo turno di campionato, con la difficile trasferta di Procida.
Ora che la Turris è prima, i ragazzi di Santosuosso devono fare gara solo su loro stessi, senza più commettere errore alcuno. Un aiuto può di certo arrivare dal Liguori, che sembra aver dato segnali di risveglio.

All’appello di Vitaglione di qualche settimana fa (il dirigente chiedeva una maggiore partecipazione allo stadio) la città ha risposto molto bene. Nel match con la Sibilla infatti, non solo c’è stata una buona cornice di pubblico tra gli spalti, ma soprattutto un tifo caloroso che ha sospinto incessantemente i corallini alla rimonta, che non ha smesso di incitare i proprio beniamini nemmeno sullo 0-2.

Un tifo che, soprattutto adesso che la Turris è prima, si spera possa essere ancora più numeroso e caloroso. Perché in questa prima parte di campionato, dopo una grande partecipazione, via via il Liguori si è visto sempre più spoglio. Certo, la situazione di classifica non ha aiutato i corallini, che qualche mese fa erano parecchio distanti dalla vetta. Ma adesso che la Turris è prima in classifica, Torre del Greco deve dare una risposta molto più concreta.

Non è più accettabile vedere un Liguori quasi vuoto, considerando che in casa la compagine di Santosuosso ha sempre ben figurato, regalando quasi sempre spettacolo. Ma soprattutto, serve un pubblico degno di una squadra capolista del torneo, in un momento cruciale per il campionato.

L’affetto dimostrato domenica scorsa (come testimonia il video ad inizio articolo) deve essere solo l’inizio, perché come ha più volte ribadito Vitaglione, c’è bisogno dell’aiuto di tutti per vincere questo appassionante campionato d’Eccellenza. E proprio per questo che la Turris dovrà costruire la propria classifica soprattutto al Liguori, e non commettere più passi falsi, come accaduto nel girone d’andata, nel quale i corallini hanno pareggiato 3 partite tra le mura amiche.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più