Viareggio: la Rappresentativa D si arrende all’Inter

 

Torneo Viareggio

Troppo forte l’Inter per la Rappresentativa agli ordini di mister Gentilini. Si ferma, così, agli ottavi di finale il sogno della meglio gioventù della serie D, che comunque hanno dimostrato di essere una squadra vera, tant’è che gli stessi neroazzurri hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie prima di avere la meglio sui propri avversari.

Si profila una sfida Davide contro Golia, la Rappresentativa tra l’altro deve fare a meno di Franco, infortunatosi contro il Torino. Nell’Inter la metà dei ragazzi della rosa gioca nelle rispettive nazionali di categoria. Dimarco stantuffo sulla sinistra, Sciacca centrale che ha indossato le maglie di tutte le nazionali dall’under 16 alla 19. Il senegalese Dabo si può dire che è un prodotto dei dilettanti, preso nel 2013 dalla Sacilese, nazionale under 17, è un mastino di centrocampo. Palazzi metronomo della mediana anche lui nazionale della sua categoria. Steffè esterno sinistro avanzato, è campione d’Italia in carica con il Chievo Primavera. L’ ala destra guineana Camara è stato preso dal Santarcangelo nel 2013, aurea dilettanti, ha uno strapotere fisico. Da seguire con attenzione anche altri elementi della primavera nerazzurra come l’esterno under 18 classe ’96 Baldini, il terzino Lomolino e l’attaccante ex Genoa Ventre. Elementi interessanti anche i tre ivoriani Koffi, Gyamfi e Gnoukouri. Bonazzoli fa il suo esordio alla Viareggio Cup direttamente dalla prima squadra. La formazione di oggi ricalca quasi totalmente quella schierata contro il Parma nella seconda giornata.

Rappresentativa Serie D, Gentilini ripropone la stessa squadra che ha vinto la prima gara del girone contro l’Empoli. In mezzo alla difesa torna Reggiani dopo la squalifica a far coppa con Bagatini. Sugli esterni a destra sempre Clemente, a sinistra confermato Sanashvili. I due mediani sono quelli di sempre, Bensaja e Matera, quest’ultimo titolare in tre gare su quattro. Dietro l’unica punta, il confermatissimo Sparacello giunto a quota tre gol segnato, il trio da destra a sinistra Farinazzo (autore del gol decisivo contro il Toro), Coraini e Cericola.

Nei primi venti minuti prevale l’agonismo, tanta corsa e nessuna occasione da rete. Al 21′ un diagonale velenoso di Bonazzoli viene deviato sul fondo da Dini. Tre minuti dopo sempre il portiere del Rimini in uscita sbroglia una situazione pericolosa in area. Cresce la pressione dell’Inter ma la Rappresentativa regge bene. Non succede più nulla, il primo tempo si chiude con il risultato fermo sullo 0-0. I ragazzi della D stanno tenendo bene il campo di fronte a una corazzata come l’Inter.

Inizia la ripresa e subito due brividi per gli juniores della D, al 3′ Camara a pochi passi dalla porta arriva con un soffio di ritardo per la deviazione vincente. Passano pochi minuti e un tiro dello stesso guineano sfiora il palo alla sinistra di Dini. Gentilini cambia, fuori Cericola e Farinazzo, dentro Martinozzi e Berardi per sistemare meglio le fasce. La gara arriva a metà ripresa senza particolari sussulti. Al 22′ l’episodio che spacca la partita, Bagatini appoggia di testa indietro per Dini, il passaggio è lento, ne approfitta Bonazzoli che aggira il portiere del Rimini e appoggia la sfera in rete. Un infortunio sfruttato al meglio dal bomber neroazzurro. Passa un minuto e un tocco di mano sospetto nell’area dell’Inter non viene sanzionato dall’arbitro. Adesso l’Inter può giocare sul velluto, la Rappresentativa si getta in avanti alla ricerca del pari, si aprono spazi invitanti per i ragazzi di Vecchi. Al 32′ ancora Bonazzoli spara alto da ottima posizione. Gentilini getta nella mischia Pittarello per dare sostanza all’attacco. Cambia tanto anche l’Inter che guadagna minuti preziosi. Rappresentativa tutta in avanti, Camara in contropiede sfiora il raddoppio per l’Inter. In pieno recupero Sparacello mette dentro l’area una palla invitante, la difesa neroazzurra libera alla disperata. Matera in due minuti prende altrettanti gialli e lascia il campo. Un angolo e un’altra mischia nell’area dell’Inter, la Rappresentativa le tenta tutte. Dopo 6′ minuti di recupero l’arbitro fischia la fine dell’incontro. La squadra di Gentilini esce a testa alta del Torneo, l’Inter ha sfruttato la sola disattenzione della D che ha retto per 67 minuti.

INTER – RAPPRESENTATIVA SERIE D 1-0
Inter (4-3-3): Radu; Gyamfi, Yao, Sciacca (Cap.), Dimarco (39’st Miangue); Palazzi, Gnoukouri, Rocca (38’st Steffe); Camara (45’st Della Giovanna), Bonazzoli, Baldini (21’st Ventre). A disposizione: Pissardo, Costa, Popa, Dabo, Crosato, Appiah, Rapaic. A disposizione: Allenatore: Vecchi
Rappresentativa Serie D (4-2-3-1): Dini (Rimini); Clemente (Alma Fano) 42’st Pandolfi (Gualdo Casacastalda), Reggiani (Fidenza) 47’st Valenti (Chieri), Bagatini (Este), Sanashvili (Sestri Levante); Bensaja cap. (Civitanovese), Matera (Andria); Farinazzo (Legnago) 8’st Berardi (Rimini), Coraini (Este) 37’st Pittarello (Padova), Cericola (San Cesareo) 8’st Martinozzi (Virtus Flaminia); Sparacello (Tiger).
A disposizione: Viola (Siena), Talin (Legnago), Lucchese (Cavese), Scarpa (Flaminia), Volpi (Sansepolcro), Icardi (Lupa Castelli), Basanisi (Pontisola). Allenatore Gentilini
Arbitro: Bertani di Pisa
Reti: 22′ st Bonazzoli (I)
Recupero: 0′ + 6′
Espulso: al 49′ Matera (R)
Ammoniti: Bensaja, Bagatini, Reggiani (R), Gnoukouri
Note: giornata fredda ma soleggiata, terreno in discrete condizioni

FONTE: Sito ufficiale LND

Potrebbe anche interessarti