Casagiove, punto prezioso a Forio

Hermes Casagiove

L’Hermes Casagiove resiste agli assalti del Real Forio e guadagna un punto prezioso nella trasferta isolana. Nello scontro salvezza, disputato al “Patalano” di Lacco Ameno, i giallorossi della famiglia Corsale si difendono con ordine ed impongono lo 0-0. Un pareggio, ottenuto grazie ad una prestazione d’orgoglio dei calciatori scesi in campo, che permette a Merola & soci di smuovere la classifica dopo le due sconfitte consecutive contro Quarto e Sessana. La compagine casagiovese di Domenico Santonastaso ha dato il massimo ed ora si prepara nel migliore dei modi allo confronto diretto di sabato prossimo contro la Puteolana 1909.

PRE-PARTITA: Tante assenze nei due schieramenti. Il bomber isolano Magaddino si aggiunge al lungo degente Chiaiese ed ai squalificati Mautone e Calise. Due assenze per squalifica anche nelle fila ospiti, con il capitano Russo e il baluardo difensivo Mingione che non sono a disposizione del tecnico Domenico Santonastaso, così come gli infortunati Nuzzo e De Cesare.

PRIMO TEMPO. I giallorossi iniziano con il piglio giusto la gara. Dopo neanche venti secondi, Degli Innocenti lancia Izzo che però non impensierisce il portiere avversario (1’). Accattivante il contropiede degli ospiti che non riescono a finalizzare (8’). Episodio dubbio al 13’. L’arbitro non assegna un calcio di punizione al limite dell’area isolano per una presunta gomitata di Di Dato su Izzo; sul capovolgimento di fronte lo stesso direttore di gara annulla un goal a Maggino per un precedente fallo su Merola. Sacrificio da parte di tutti gli ospiti che obbligano gli ospiti solo a tentativi da fuori area. Nel finale secondo goal annullato a Maggino per una spinta su Laezza (45’).

SECONDO TEMPO. Nella ripresa il leit-motiv è lo stesso del primo tempo. I giallorossi di Domenico Santonastaso non si arrendono e tengono a bada le offensive dei padroni di casa. Romano è il più pericoloso ma non riesce a trovare il bandolo della matassa. Mazzella e Merola non vengono chiamati in causa per oltre trenta minuti, poi nell’ultimo quarto d’ora parte l’arrembaggio locale. Come successe all’andata quando siglò il pari beffa del Real Forio a Curti in extremis, Capuano ha la possibilità di giustiziare nuovamente l’Hermes, avendo a disposizione due opportunità. Il talentuoso jolly classe ’95 si vede recapitare palla da Maggino in area di rigore ma spara alle stelle da ottimo posizionamento (79’). Due minuti dopo, ancora Capuano deve solo appoggiare in rete il traversone con il contagiri di Romano ma riesce nell’impresa di lisciare la palla, tutto solo davanti alla porta (81’). Negli ultimi minuti la retroguardia guidata da Laezza innalza la diga davanti alla propria porta ed usufruisce dell’ottimo lavoro in fase difensiva di Scarpato ed Izzo. Merola la fa da padrone nelle uscite alte e l’Hermes torna a casa con un prezioso 0-0.

Tabellino: REAL FORIO-HERMES CASAGIOVE = 0-0 (parziali: 0-0; 0-0)

REAL FORIO: Mazzella Claudio, Mattera, Capuano, Rivetti, De Giorgi, Di Dato, Di Costanzo, Di Spigna, Maggino, Romano, De Felice (51’ Iacono Christian). In panchina: Parise, Gonano, Ruggiero, Iacono Juan, Mazzella Vincenzo, Muscariello. Allenatore: Giovanni Iovine – Michele Castagliuolo

HERMES CASAGIOVE: Merola, D’Alterio (80’ Cutolo), Iuliano (84’ Iannitti), Santonastaso, Degli Innocenti, Laezza, Scarpato, Mastroianni, Capobianco (73’ Fucci), Izzo, Desiato. In panchina: Di Caprio, Morgillo, Salzillo Pasquale, Chiummariello. Allenatore: Domenico Santonastaso

ARBITRO: Pietro Ambrosino della sezione di Torre del Greco (assistenti: Giuseppe Palomba di Torre del Greco e Luca D’Isa di Frattamaggiore)

NOTE: Ammoniti: Maggino, Mattera (R); Scarpato, Iuliano, Iannitti, Cutolo, Laezza, Capobianco (H). Angoli: 7-0. Fuorigioco: 6-2. Recupero: 2 nel primo tempo; 4 nel secondo tempo. Spettatori: 120 circa

Fonte: Ufficio Stampa Hermes Casagiove, Domenico Vastante

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più