Un’Herculaneum poco cattivo non va oltre il pari casalingo

 

Herculaneum-Procida

Finisce a reti inviolate la gara tra Herculaneum e l’Isola di Procida valevole per la 24esima giornata di campionato. Gli isolani, reduci da un sonoro 6-1 in casa contro il Volla la settimana scorsa, gioca un primo tempo niente male. Pur se non crea molte azioni da gol, ha comunque il piglio del gioco e fa molto possesso palla. Nella ripresa i granata sono più determinati e possono anche recriminare per un gol fantasma di Pianese, ma nel finale è il Procida che sfiora il vantaggio con Lorenzo Costagliola.

Ulivi schiera il solito 4-3-3 con quattro under in campo: in porta Bencivenga (97) sostituisce Capece squalificato (ex di turno insieme a Minauda del Procida che ha vestito la maglia granata nella stagione 2010-2011), in difesa Incarnato (95) occupa la fascia sinistra con De Fenza dall’altra parte e Cipolletta (96) e Salvati al centro. Quest’ultimo è stato in assoluto in migliore in campo, un muro invalicabile. Il quarto under è Alberto (95)  che si è posizionato a centrocampo con Basso e Orefice in mediana. Solito attacco con Pianese, Caso Naturale e Imparato. 4-4-2 invece per mister Cibelli che schiera in attacco D’Auria e Antonio Constagliola.

I portieri non sono chiamati quasi mai in causa nel primo tempo. I gol è sfiorato in poche occasioni: Minauda ricorda ai suoi ex tifosi che è un ottimo battitore e la sua punizione tesa sfiora la traversa al 27’. Dopo dieci minuti Nando Salvati prova uno dei suoi tiri da lontano ma non ha buona fortuna. Pianese si rende pericoloso dai calci piazzati. Al 39’ il suo corner è indirizzato sul secondo palo e il portiere Bardet è chiamato agli straordinari e blocca poi in un secondo momento. Poco prima della fine della prima frazione, Orefice temporeggia troppo nel tiro e quando lo fa trova Bardet pronto.

Nella ripresa, come già detto, l’Herculaneum è più determinato. Come qualche minuto prima è ancora Orefice alla ricerca del gol ma il suo bel destro a giro, al minuto 52’, esce di poco vicino al secondo palo. Ed è così che inizia una serie di tentativi da parte dei padroni di casa: Pianese manda la sfera troppo alta poco dopo su invito di Incarnato mentre De Fenza prova a calciare dal vertice sinistro dell’area procidana. Ancora il terzino destro ma questa volta nella veste di assits man al 30’ quando crossa per capitan Basso ma la palla esce di poco. Il Procida si rende conto che può osare di più e prova a non accontentarsi del pari. Al 78’ l’ex capocannoniere del campionato Roberto D’Auria tira a pochi passi da Bencivenga ma il portiere granata rimedia con il piede destro.

Dopo due minuti l’episodio più importante: Pianese (un po’ più reattivo del compagno Caso Naturale, il bomber oggi era un po’ in bianco e nero), calcia una stupenda punizione da posizione molte defilata, Bardet vola e devia la palla sulla traversa che poi molto probabilmente supera la linea di porta ma né l’arbitro né l’assistente assegnano il gol. Cipolletta sul proseguo dell’azione insacca in rete ma a quel punto il primo assistente segnala la posizione irregolare.

Negli ultimi minuti provano entrambe a vincere. All’85’ Lorenzo Costagliola, subentrato all’altro Costagliola, Antonio, si rende protagonista di una grande azione superando Salvati sulla fascia sinistra ma Bencivenga si oppone e si salva in angolo. Dal conseguente corner, Vallefuoco di testa sfiora ancora il gol. All’88’ Cozzolino (entrato al posto di Incarnato nel corso del secondo tempo), prova un pallonetto da lontano sulla ripartenza mentre Salvati al 95’ fa gridare, inutilmente, il gol quando in mischia dopo un corner sfiora la parte esterna della rete.

 

HERCULANEUM 1924 – ISOLA DI PROCIDA    0-0

Herculaneum: Bencivenga, De Fenza, Incarnato (15’st Cozzolino), Orefice, Cipolletta, Salvati, Caso Naturale, Alberto (4’ st Falanga), Imparato (85’ Ramondo), Pianese, Caso Naturale. A disp: Ruffinelli, Raia, Cefariello, Merolla. All: UIivi.

Isola di Procida: Bardet, Esposito, Autiero, Aprile, Vallefuoco, Apadera, Botta (18’st Visaggio), Minauda, D’Auria, Costagliola A. (27’ st Costagliola L.), Marigliano. A disp: D’Orio, Miranda, De Gregorio, Noviello, Barone. All: Cibelli.

Arbitro: Apicella di Napoli

Assistenti: Celiento e D’Isa di Frattamaggiore

Note: ammoniti per l’Herculanum Falanga e Cozzolino; per l’Isola di Procida Bardet, Autiero, Aprile, Botta. Calci d’angolo: 9-4 per l’Herulaneum. Recupero: 1’pt, 6’st.

Potrebbe anche interessarti