La Sibilla condanna il Casagiove ai play-out

Casagiove

Si tramuta in realtà il peggior incubo per l’Hermes Casagiove. Patrizio Ioio ha le sembianze del carnefice, spina nel fianco della difesa giallorossa ed autore di un poker che tramortisce la squadra della località casertana. Le quattro reti dell’attaccante classe ’94 rimontano il vantaggio iniziale di Russo e regalano alla Sibilla Soccer la certezza matematica della salvezza. Al “Comunale” di Curti i padroni di casa tutto si aspettavano fuorché di alzare bandiera bianca col punteggio di 1-4. Per effetto di questo risultato i casagiovesi della famiglia Corsale sono sicuri di evitare la retrocessione diretta, ma sono costretti a vincere sull’isola di Procida per sperare di giocarsi il play-out in casa.

PRIMO TEMPO. Eppure la partita era iniziata col piglio giusto per Merola & soci, con il rigore procurato e trasformato dal capitano Vincenzo Russo al 15’. Ottavo sigillo in campionato e quarantottesimo in totale per il goleador classe ‘83 che festeggia nel migliore dei modi la presenza numero 100 in maglia giallorossa, con tanto di targa donatagli prima della partita dal presidente Michele Corsale, dal figlio e direttore sportivo Roberto e dal team manager Salvatore Saldamarco. Il vantaggio dura però appena tre minuti, il tempo che Ioio si renda conto di giocare a Curti, campo in cui ha segnato 3 goal a novembre col Gladiator. Al 18’ l’attaccante riceve palla in area da Lepre e trafigge Merola (18’). Nei minuti finali del primo tempo, il portiere locale mantiene a galla i giallorossi con due miracoli prima su Guarracino (47’ pt) e poi su Ioio (48’ pt).

SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa l’Hermes Casagiove si rallegra per la superiorità numerica, in quanto viene espulso per doppia ammonizione il capitano avversario Cuomo (50’). Da favorevole questo episodio si trasforma in deleterio nell’arco di pochi minuti. Chiummariello si rende protagonista di una bella azione personale, con tanto di ‘sombrero’ su Ursomanno, ma la conclusione è da dimenticare (62’). Goal mangiato goal subito: la legge del calcio non fa sconti e sul capovolgimento di fronte Ioio non perdona l’Hermes, concretizzando la triangolazione con Guarracino (63’). Con i giallorossi completamente sbilanciati alla ricerca del pari, Ioio usufruisce delle ampie praterie di Curti per mettere a referto in contropiede altre due reti, al 69’ ed all’89’. Un poker che gli consente di arrivare a quota 15 in campionato ed allo stesso tempo mette nei guai l’Hermes Casagiove, chiamato all’impresa sull’Isola di Procida nell’ultima giornata di campionato per giocarsi la chance play-out in casa.

Tabellino: HERMES CASAGIOVE-SIBILLA SOCCER  1-4 (parziali: 1-1; 0-3)

HERMES CASAGIOVE: Merola, D’Alterio Francesco (74’ Cutolo), De Cesare, Chiummariello (68’ Santonastaso), Mingione, Laezza, Russo, Desiato, Capobianco, Scarpato, Izzo (78’ Schiavone). In panchina: Delli Paoli, Vegliante, Iannitti, Fucci. Allenatore: Domenico Santonastaso

SIBILLA SOCCER: Gravagnone, D’Alterio Armando (20’ Scherillo), Simioli, Conte (59’ Flora), Cuomo, Lenci, Lepre, Ursomanno, Ioio, Cicatiello, Guarracino (78’ Capuano). In panchina: Romano, Franchini, Turino, Sinigaglia. Allenatore: Vincenzo Carannante

RETI: 15’ Russo su rig. (H), 18’ Ioio (S), 63’ Ioio (S), 69’ Ioio (S), 89’ Ioio (S)

ARBITRO: Guido Parrella della sezione di Avellino (assistenti: Antonio Aletta di Avellino e Luca D’Isa di Frattamaggiore)

NOTE: Ammoniti: Laezza, Desiato, Merola, Mingione (H); Conte, Ioio (S). Espulsi: Schiavone (H); Cuomo (S). Angoli: 7-1. Fuorigioco: 8-2. Recupero: 4 nel primo tempo; 5 nel secondo tempo. Spettatori: 250 circa

FONTE: Ufficio Stampa Hermes Casagiove, Domenico Vastante

Potrebbe anche interessarti