Il Procida condanna il Casagiove ai play-out esterni: tra due settimane sarà replay

Casagiove

All’Hermes Casagiove non riesce l’impresa sull’isola di Procida. Un’eventuale vittoria contro i procidani avrebbe permesso alla compagine della famiglia Corsale d’assicurarsi la disputa della gara play-out in  casa, con due risultati a disposizione. Purtroppo allo “Spinetti” i padroni di casa si dimostrano più forti, almeno per oggi, ed si aggiudicano la vittoria col punteggio di 2-0. La sconfitta relega Merola & soci al penultimo posto in classifica, a pari punti con il Quarto ma con i peggiori risultati negli scontri diretti. Per questo motivo, l’Hermes dovrà tornare domenica 3 maggio a Procida per disputare il play-out. Sarà necessario un miracolo, poiché solo la vittoria regalerebbe la permanenza in Eccellenza.

PRIMO TEMPO. Dopo i primi minuti di studio, l’Isola di Procida sblocca il punteggio al 27’. L’arbitro assegna una punizione dal limite a favore dei locali, per un fallo assai dubbio di Laezza su Cibelli. S’incarica del calcio piazzato Marigliano che disegna una traiettoria magistrale e trafigge Merola. Il portiere giallorosso è costretto agli straordinari prima sulla conclusione di Antonio Costagliola al 28’, poi mantiene a galla l’Hermes al 43’. Pericolosissimo è il tiro-cross di Marigliano che, nonostante non venga impattato da Lorenzo Costagliola, va a sbattere sul palo: la palla sta per varcare completamente la linea, quando Merola evita il goal con un gran riflesso.

SECONDO TEMPO. L’Hermes dispone di una ghiotta occasione al ritorno in campo. Scarpato pesca con un passaggio filtrante Izzo che, a tu per tu con Bardet de Villanova, viene anticipato dalla scivolata provvidenziale di Spadera (47’). Lo stesso Scarpato mette i brividi ai padroni di casa con un’incursione centrale che non viene concretizzata per un soffio (53’). Gli isolani si scuotono ed al 64’ Lorenzo Costagliola mette in cassaforte i tre punti, finalizzando con un diagonale chirurgico la propria azione personale. Il ritmo della partita cala, poiché l’Hermes si rassegna alla sconfitta, mentre il team di Cibelli attende con ansia i risultati degli altri campi per festeggiare la salvezza. La doccia fredda è però dietro l’angolo, poiché il pareggio dello Stasia Soccer a Pozzuoli rovina i piani procidani. Così, per uno strano scherzo del destino, le due squadre si ritroveranno di fronte tra due settimane, con l’intento comune di conquistare la permanenza in Eccellenza.

Tabellino: ISOLA DI PROCIDA-HERMES CASAGIOVE = 2-0 (parziali: 1-0; 1-0)

ISOLA DI PROCIDA: Bardet de Villanova, Esposito, Spadera (90’ Barone), Aprile, Vallefuoco, Fiorillo, Marigliano, Minauda, Costagliola Lorenzo (73’ Muro), Costagliola Antonio, Cibelli. In panchina: Scotto di Marrazzo, De Gregorio, Malgieri, Autiero, Noviello. Allenatore: Francesco Cibelli

HERMES CASAGIOVE: Merola, D’Alterio, De Cesare, Chiummariello, Mingione, Laezza, Russo (75’ Fucci), Desiato (68’ De Biasio), Santonastaso, Scarpato (77’ Cutolo), Izzo. In panchina: Delli Paoli, Morgillo, Sodano, Capobianco. Allenatore: Domenico Santonastaso

RETI: 27’ Marigliano (I), 64’ Costagliola Lorenzo (I)

ARBITRO: Marco Russo della sezione di Torre Annunziata (assistenti: Crescenzo Mazzuoccolo ed Alessio Granato di Nola)

NOTE: Ammoniti: Spadera, Costagliola Lorenzo (I); Chiummariello, D’Alterio, Russo (H). Angoli: 2-2. Fuorigioco: 3-5. Recupero: nel primo tempo; nel secondo tempo. Spettatori: 300

FONTE: Ufficio Stampa Hermese Casagiove, Domenico Vastante

Potrebbe anche interessarti