Conferenza stampa Herculaneum: “Con Vitter e Mignano meglio dell’anno scorso”

Herculaneum: conferenza stampa

A distanza di quasi due mesi da quando il sogno serie D si è infranto nella semifinale Play Off contro la Virtus Volla, riparte ufficialmente la stagione in casa Herculaneum con la conferenza indetta negli uffici del gruppo Mazzamauro per la presentazione del nuovo staff tecnico e societario. La parola d’ordine è migliorarsi: la serie D è un tabù da non pronunciare, ma i piani della società sono ambiziosi e fare meglio del terzo posto della passata stagione significa toccare con mano quella promozione solo sfiorata poche settimane fa.

Ambizioni che si scontrano però con le difficoltà oggettive di fare calcio a Ercolano, come ha denunciato il Presidente Annunziata: <<Puntiamo sempre a migliorarci, ma non è facile quando si è soli senza il sostegno economico di sponsor e Comune>>. Gli ha fatto eco il Presidente Onorario dell’Herculaneum, Mazzamauro: <<Siamo costretti a pagare tutto di tasca nostra e le cose si fanno ancor più difficili quando allo stadio su 700 presenti, registriamo 70 spettatori paganti. Abbiamo un pubblico straordinario, ma se ci fosse anche un riscontro economico potremmo fare molto di più. Invece dobbiamo fare i conti con spese proibitive, come l’affitto dell’impianto che ci costa 17 mila euro e che non possiamo neanche sfruttare per aprire la nostra scuola calcio>>. Nonostante queste difficoltà, la società ercolanese è una delle poche che può vantare di essere in regola con i pagamenti: <<Fino all’ultimo mese abbiamo sempre pagato squadra e staff, questo perché la società è da sempre attenta a fare il massimo nel rispetto dei limiti di budget>>. Tuttavia i problemi economici non sembrano rappresentare un freno al piano tecnico della società: <<Anche con fondi limitati abbiamo scelto il meglio che si poteva avere per quanto riguarda l’allenatore e il Direttore Sportivo>>.

Le sorti della squadra quest’anno, dopo l’addio di mister Ulivi e del DS Amata sono affidate rispettivamente a Pasquale Vitter e a Marco Mignano. Il nuovo Direttore Sportivo si è mostrato entusiasta del progetto Herculaneum ed è già al lavoro da tempo per sistemare la squadra in vista della nuova stagione: <<Si partirà da una base formata da alcuni elementi che tanto bene hanno fatto nella passata stagione. Tra questi però, al 90% non ci sarà Caso Naturale. Abbiamo fatto il possibile per tenerlo, gli abbiamo proposto l’adeguamento del contratto per le ottime prestazioni dell’ultimo campionato, ma le sue richieste sono oggettivamente spropositate e non possiamo che alzare le mani>>. Bocche cucite però sui probabili nuovi arrivi in casa Herculaneum: <<Vi assicuro che stiamo lavorando senza sosta, ma non possiamo dirvi nulla. Finiremmo con il creare aste alle quali non abbiamo alcuna voglia di partecipare. Le richieste dei giocatori ultimamente sono ben oltre il limite che si aspetterebbe dal contesto calcistico in cui ci troviamo, per non parlare della crisi economica che attanaglia ancora il Paese e che ci impone di agire con buon senso. Tuttavia voglio comunque tranquillizzare i tifosi: lavoriamo per voi che, qui a Ercolano, rappresentate il dodicesimo uomo in campo e la vera forza di questa squadra>>.

Nonostante la società non abbia voluto menzionare nessuno dei calciatori in trattativa per vestire la maglia dell’Herculaneum, è facile immaginare qual è stata la prima richiesta dell’allenatore: portare a Ercolano il famoso “Blocco Vitter” ossia quei giocatori che da anni compongono l’ossatura delle squadre del neo tecnico granata, calciatori dai nomi importanti come Ottobre, Di Capua, Iannello, Marcucci, Savarese. <<Non sarà facile convincere i giocatori della Sarnese a venire a giocare in Eccellenza>> ha spiegato Vitter <<Ma sicuramente qualche calciatore più avanti negli anni potrebbe essere felice di venire a giocare da noi e affiancare quei 7-8 elementi della rosa che abbiamo confermato>>. Prematuro parlare di moduli con la squadra ancora in divenire: <<Non ho un modulo di preferenza anche se negli ultimi anni ho usato molto il 4-2-3-1, ma dipende tutto dai giocatori che si hanno e dalle esigenze che emergono nel corso dell’anno>>. Tuttavia i tifosi sono stati assicurati, l’Herculaneum giocherà per vincere ogni partita: <<Il mio stile di gioco è comunque quello di provare a far sì che la squadra si imponga su ogni campo. Giocheremo un calcio offensivo, anche a costo di rischiare qualcosa dietro. Ma su questo, posso far affidamento su una difesa che è stata tra le migliori l’anno scorso>>.

E alla conferenza era presente proprio il difensore e capitano dell’Herculaneum, Nando Salvati: <<Sono contento di essere anche quest’anno un calciatore dell’Herculaneum. Ringrazio la società nelle persone di Annunziata e Mazzamauro i quali hanno sempre rispettato gli impegni presi e non hanno mai saltato un rimborso. Per un calciatore è il massimo giocare qui>>.

Confermati infine nei loro ruoli di preparatore dei portieri Gennaro Iardino e di preparatore atletico Raffaele Santoriello. La società ha poi precisato che il ritiro si svolgerà a Ercolano, contrariamente a quello che si era pensato in un primo momento e che presto ci sarà l’iscrizione della squadra al prossimo campionato. Adesso non resta che aspettare i nomi che completeranno l’organico dell’Herculaneum, in attesa dei primi riscontri sul campo. L’obiettivo è migliorarsi, il sogno dei tifosi rimane la serie D.

Potrebbe anche interessarti