Sgomberato campo Rom a Napoli: pericolo epidemia

campo rom

Nelle ultime ore è stato sgomberato a Ponticelli il campo Rom di via Pacioli che era stato occupato abusivamente da 60 persone, tra cui 20 bambini, che vivevano in baracche di legno senza acqua corrente, energia elettrica, circondati da rifiuti speciali e privi di un impianto fognario il quale avrebbe contribuito a generare una degradante situazione igienico-sanitaria che potrebbe addirittura causare una epidemia.

Secondo quanto comunicato da Ilvelino.it, nella nota dell’Aggiunto Nunzio Fragliasso si può leggere che sarà effettuata una bonifica del sito per poter prevenire eventuali malattie infettive: “Gli accertamenti hanno evidenziato una situazione igienico-sanitaria di forte degrado con pericolo di diffusione di malattie infettive per la presenza, nel campo Rom, di notevoli quantità di rifiuti anche speciali ed ingombranti e di servizi igienici rudimentali con scarichi a dispersione nel suolo. La misura cautelare si è resa necessaria non solo al fine di far cessare la protrazione del reato accertato ma altresì al fine di impedire l’aggravamento delle conseguenze dello stesso, stanti le degradate condizioni igienico-sanitarie dell’insediamento, gravemente pregiudizievoli per la salute degli abitanti del campo Rom”.

Potrebbe anche interessarti