Metro: bulli si sfidano attraversando i binari e rischiando la vita

metro

L’altro ieri, sabato 26 luglio, dopo una giornata di mare e sole, con costumi e infradito, un gruppo di ragazzi ha deciso di fare una bravata all’interno della metropolitana napoletana.

Erano le 18 e questo gruppo di bulli mentre aspettava alla linea 2 alla stazione di piazza Amedeo, ha deciso di sfidarsi attraversando i binari. Ad immortalare questa scena, per altro particolarmente vergognosa, poiché mostra una generazione davvero senza scrupoli, è stato un lettore di La Repubblica che ha prontamente inviato il video, che ad oggi sta facendo il giro del web. I fatti sono semplici, era sabato pomeriggio, le urla si sentivano già dalle scale della stazione, i ragazzi erano alterati e su di giri, tornavano probabilmente a casa dal mare e hanno cominciato ad attraversare alternativamente i binari, sfidandosi a vicenda e rischiando la propria vita.

Naturalmente gli altri passeggeri sono rimasti senza fiato ad osservare questa gara tra bulli e quando il treno è arrivato i ragazzi hanno anche rotto un vetro al piano superiore. Unica persona pronta a fare chiarezza un uomo che ha deciso di filmare quello che è accaduto con il suo smarthphone e di chiedere più sicurezza sui mezzi.

Una volta giunti tra Cavour e Garibaldi il treno è rimasto fermo un quarto d’ora, e i ragazzi probabilmente spaventati dall’eventualità di essere fermati sono scesi sempre sfidandosi a vicenda, infatti uno dei ragazzi dice: “Paura io? Qui non ci sono pallottole, mi dovrebbero mettere solo una pistola in bocca”.

Nel frattempo altri ragazzi del gruppo hanno accerchiato una signora che voleva chiedere aiuto in guardiola, per altro vuota, e hanno cominciato a gridarle insulti e aggredirla verbalmente.

Per vedere il video di La Repubblica, clicca qui!

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più