Altri due immobili sequestrati alla camorra, de Magistris pensa al bene della città

1

Il nostro impegno contro la camorra, contro le mafie è fatto di condotte concrete. Oggi nel Palazzo della Città metropolitana a Piazza Matteotti ho consegnato altri due immobili sequestrati alla camorra e destinati ad ospitare associazioni che svolgono attività di rilevanza sociale“. Così scrive il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris sulla sua pagina Facebook. Altri due beni tolti alla mala vita organizzata e consegnata a chi invece porterà avanti delle attività per il bene comune.

“Sono solo gli ultimi di una serie di luoghi strappati alle mafie e consegnati a persone che non hanno le mani in tasca e che sono pronte, assieme a noi, a sporcarsele per fare del bene, per aiutare gli altri e soprattutto le persone più in difficoltà – scrive ancora de Magistris che aggiunge – La legalita’ dei fatti, non della retorica.”

2

Il primo dei due immobili si trova a Napoli, zona Mercato, ed è stato assegnato a Khadija Zouari del Centro Interculturale Aladino. Aladino realizzerà nel locale un laboratorio di integrazione per giovani immigrati e non che vivono disagi sociali.

Il secondo immobile si trova invece a Torre del Greco ed è stato affidato al Centro Italiano Protezione Civile ACSI per la realizzazione di un Ufficio Territoriale di Protezione Civile.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più