“Il lungomare deve restare liberato”: ecco la sentenza del Tar

lungomare turristi 2

Napoli – La storia inizia nel lontano, ma non troppo, 2012 e negli anni si è riempita di tantissimi particolari e cavilli, con i residenti e negozianti del lungomare di Napoli, del centro e di Chiaia che lottano contro l’istituzione delle aree pedonali e delle zone a traffico limitato. L’ultima partita, probabilmente la definitiva, si è chiusa ieri, quando il Tar Campania si è pronunciato con apposita sentenza bocciando il ricorso. La sentenza è la numero  4139 del 24 luglio 2015 e chiarisce in maniera trasparente come le Ztl e le aree pedonali siano un bene per una città, soprattutto per quelle a vocazione turistica come Napoli, che ha tantissimi abitanti e tanti problemi di traffico. Il Tar ha praticamente disposto che tutti i motivi addotti dai cittadini e dai negozianti in questi anni siano infondati. Per giunta ha anche dichiarato come queste zone portino maggiore sicurezza alla città.

La sentenza recita: “Il centro storico di Napoli è inserito nella lista dei luoghi “patrimonio dell’Umanità” tutelati dall’Unesco” e “la contigua zona del lungomare, in linea con la complessa unicità della città si connota per una sua esclusiva dimensione paesaggistica” motivi per cui devono rimanere senza auto private. I negozianti, all’epoca del ricorso, avevano anche detto che il passaggio di alcune zone ad aree pedonali o Ztl aveva portato una riduzione degli incassi alle loro attività, riguardo a questo aspetto il tribunali si è detto assolutamente scettico, il calo degli affari dipende infatti sostanzialmente dalla crisi, “solo una piccola parte della riduzione degli incassi può essere ragionevolmente ascritta all’istituzione del nuovo dispositivo di traffico” , recita la sentenza.

Naturalmente questa sentenza del Tar è per l’amministrazione e per i turisti una grande vittoria, tanto che l’assessore ai Trasporti Mario Calabrese ha dichiarato che continueranno i lavori con la rotatoria in piazza Vittoria e la modifica delle aiuole spartitraffico all’incrocio della Galleria della Vittoria con via Morelli. Ma soprattutto ha anticipato che dopo l’estate continueranno i lavori per la pista ciclabile sul lungomare in modo che sia sicura, bella e sostenibile.

Potrebbe anche interessarti