Dai rioni della malavita a re della pizza: la nuova vita di un ex scippatore

Pizza Margherita

Rapine, scippi, l’entrata nel mondo della malavita e l’arresto ad appena 16 anni. Questa è la storia di un ragazzo di Torre del Greco che dai rioni della città è arrivato alla riviera Romagnola a dimostrazione che nella vita si può cambiare.

Come pubblicato da Metropolisweb.it, il futuro di questo ex scippatore è ormai tutto incentrato tra mozzarella, pomodori, forni e pizze. Tutto ha avuto inizio quando i carabinieri di Torre del Greco, il comandante Vincenzo Amitrano e l’assistente sociale Maria Tavolaro hanno deciso di far incontrare il giovane con Salvatore Palomba, il responsabile dell’associazione Airone che da tempo si impegna per poter dare nuove opportunità ai minorenni finiti in carcere: “E’ stata un’esperienza fantastica per lui e per noi, si è integrato subito, ha dimostrato di voler uscire da quel contesto nel quale aveva vissuto fino a quel momento. Ha capito quale era la strada giusta”.

I risultati si sono fatti vedere ben presto tanto che per i giudici è arrivato il momento di far iniziare una nuova vita a questo “ragazzo dei vicoli” oggi appena maggiorenne. Dalla criminalità e dalla malavita quest’ultimo è passato a vivere in modo onesto trovando addirittura lavoro in una pizzeria di Rimini: “Ci ha regalato un’esperienza fantastica sarà sempre l’emblema di tutto ciò che di meraviglioso ruota attorno al mondo associativo. E’ una persona nuova migliore e questo un po’ anche grazie a noi”.

“Mi dispiace soltanto che questi ragazzi sono costretti a scappare per trovare un lavoro – ha dichiarato il presidente dell’associazione Airone – se si riuscisse a fare in modo che i giovani come lui restassero qui allora potremmo davvero pensare di rendere migliore questa parte del mondo”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più