Vittime in discoteca: morto 27enne napoletano al “Ciclope”

Discoteca Il Ciclope

L’estate addosso e il pericolo che insegue i giovani. Dovrebbe estere una stagione spensierata questa e invece le notizie di cronaca nera che si stanno rincorrendo sempre più frequentemente, incoronano questa estate come la “culla della morte”.

A pagarne le spese, tra le vittime moltissimi giovani, chi morto per caso, chi per un agguato voluto, ma i dati fanno assolutamente rabbrividire. Ultimo nella lunga coda dei decessi, un 27enne napoletano rimasto vittima della caduta di massi in una discoteca all’aperto nel Cilento. Si trovava a Marina di Camerota in provincia di Salerno e come tutti i suoi coetanei voleva solo divertirsi, il quotidiano locale, Il Giornale del Cilento, racconta la dinamica beffarda. Erano tutti presenti all’aperitivo del lunedì che il lido Ciclope aveva organizzato, un aperitivo ad oltranza che si sarebbe poi protratto fino alla notte, doveva procedere tutta in spiaggia la festa ma l’arrivo di un temporale costringe tutti a spostarsi  in quella che viene detta “la grotta della musica”, una zona riparata da una forte presenza rocciosa che mette al riparo i presenti nonostante si trovino in una discoteca all’aperto.

Il nubifragio però non perdona, da circa 60 metri delle pietre si sono staccate colpendo il giovane napoletano, uccidendolo sul colpo. I carabinieri della compagnia di Sapri stanno indagando sull’accaduto, mentre il locale è posto sotto sequestro. Un altro colpo basso in questa strana estate, a pagarne le spese un giovane 27enne di Mugnano di Napoli.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più