Salvini contro l’albergatore napoletano e gli immigrati: “Espulsioni a calci…”

matteo-salvini-

Il leader della Lega, Matteo Salvini, ama essere al centro dell’attenzione per episodi che certamente non gli fanno onore. Lo abbiamo visto in diverse occasioni protagonista improbabile di azioni che lasciano indubbiamente discutere ed oggi ci ritroviamo ad analizzare quanto lui stesso ha scritto sulla sua pagina Facebook, in merito a quanto accaduto all’albergo di Giugliano che ospitava degli immigrati.

“300 immigrati hanno DEVASTATO l’hotel che li ospitava (hotel Di Francia, provincia di Napoli), gettando in strada mobili e materassi, per protestare contro il trattamento “DISUMANO”.
Primo: per l’albergatore non mi dispiace, se l’è andata a cercare.
Secondo: per gli immigrati, ESPULSIONI a calci in culo.
Buona domenica”. E’ questo il post apparso sulla sua pagina, un dito puntato contro l’albergatore, e immediatamente subito dopo, anche contro gli immigrati, insomma, una mano che non perdona, di chi accusa e si alza sul piedistallo per guardare dall’alto verso il basso ciò che accade.

Salvini su Facebook

Vorremmo chiedere al signor Salvini, per prima cosa che colpa ha il povero albergatore a cui è stata distrutta la struttura, quella di aver ceduto alle leggi e alle richieste di aiuto per gli immigrati? E poi ancora, quale sarebbe la giusta soluzione per “rispedire” a casa i migranti, quella di rinchiuderli in gabbia nei loro paesi o magari trovare un adeguato piano che possa offrire una vita dignitosa anche se nel loro paese?

Al momento lo sconcerto prende il posto d’onore, la certezza che una risposta plausibile non arriverà, pervade le nostre menti. Salvini ancora una volta ha perso un’occasione buona per restare in silenzio, se proprio non riesce a fare a meno di fomentare l’odio nei confronti degli immigrati.

Potrebbe anche interessarti