Fabienne e Antonella. Spose a Sorrento contro ogni pregiudizio

spose
Foto di Grazia e Mirella Renzulli – Studio Fotografico

Immersi nella cornice mozzafiato del golfo di Napoli e persi davanti alla vista spettacolare del Vesuvio, domenica 9 agosto, 170 ospiti hanno assistito al sì di Antonella e Fabienne, entrambe trentenni ed entrambe spose.

Un matrimonio celebrato davanti a parenti e amici, un ricevimento come tanti altri, con fiori, foto, torta nuziale e tanta emozione. Tutto raccontato da Giuseppina La Delfa, presidente dell’Associazione Italiana Famiglie Arcobaleno, all’Huffington Post.

Il rito è stato celebrato prima in Svizzera, paese natale di Fabienne e due settimane dopo in Italia, a Sorrento davanti ai parenti di Fabienne e di Antonella, nata invece a Serino, un paesino irpino nella valle del Sabato. Una delle tante realtà del sud Italia, calorose, piene di energia ma ancora tanto piene di pregiudizi. Non è stato facile per Antonella vivere l’adolescenza affrontando gli occhi critici e discriminatori dei coetanei e sentire addosso il peso delle paure dei genitori.

Così Fabienne ed Antonella hanno deciso di vivere senza timore e vergogna il proprio amore e di sigillare la loro unione prima in Svizzera e poi in Italia davanti ad amici e parenti. Una lezione di vita per tutti quelli che si nascondono e soprattutto per i tanti omofobi che si oppongono all’amore tra due persone dello stesso sesso. Ognuno si faccia portavoce dei diritti e della dignità degli uomini e che si rispetti il diritto di vivere nella libertà e nella trasparenza.

spose 2
Foto di Grazia e Mirella Renzulli – Studio Fotografico

Potrebbe anche interessarti