Video. Insulti al suffragio di Casamonica. La nipote del boss: “Per noi è un re”

Suffragio Casamonica

Si è tenuta oggi la messa in suffragio di Vittorio Casamonica, da tutti definito “il Re di Roma. La messa, che si sarebbe dovuta svolgere segretamente, si è tenuta nella parrocchia di San Girolamo Emiliani nella periferia di Roma dove si sono create non poche tensioni.

Alcuni parenti all’uscita dalla parrocchia hanno insultato e spintonato i giornalisti che erano fuori San Girolamo, “portate rispetto li mortacci vostri” si sente gridare tra la folla.

La nipote del Boss, Egidia Casamonica, intervistata dalle telecamere de “il Fatto Quotidiano” afferma, mostrando le foto di funerali tenutisi 15 anni fa “è tradizione nostra non è la mafia, Vittorio per noi è un Re. Non ci rispettano, vanno a vedere le cose vecchie. Non siamo santi,  ma sbagliano preti sugli altari e non possono sbagliare le persone in strada?

Don Fissore, il parroco di San Girolamo che ha celebrato la messa, ha ritenuto che non ci fosse nulla di strano nel celebrarla “mai avuto problemi con i Casamonica, la carrozza con i cavalli è nella loro tradizione. Sull’elicottero hanno esagerato“.

Intanto la procura di Roma ha aperto un’inchiesta senza ipotesi di reato e senza indagati, chiamando in causa autorità politiche e istituzionali della capitale per non aver intrapreso iniziative volte ad evitare un funerale in perfetto “stile padrino“.

Ecco il video dell’intervista alla nipote Egidia Casamonica.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più