Pompei, crolla un muro negli scavi

scavi-di-pompei-3

Una condizione inammissibile quella in cui versano, oramai da anni, gli scavi di Pompei, bene artistico di inestimabile valore abbandonato all’incuria e al disinteresse generale. E proprio nella distrazione generale e condivisa è crollato un altro muro negli scavi in una zona dell’area archeologica chiusa al pubblico ed in attesa degli interventi di restauro e messa in sicurezza previsti dal Grande Progetto Pompei.

Il muro crollato, una costruzione in opus incertum non affrescata, aveva una lunghezza di due metri circa e fu già restaurato dopo i bombardamenti che 1943 danneggiarono l’area archeologica. Tale costruzione delimitava gli ambienti non coperti della Caupona di Demetriu e Helpis Afra.

A scoprire il cedimento e renderlo noto è stata la Soprintendenza ai Beni archeologici di Pompei ed Ercolano nel corso di un sopralluogo all’interno degli scavi.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più