Capitale italiana della cultura: alla vincitrice un milione di euro

capitale italiana della cultura ercolano

Pochissime le ore che separano dal verdetto finale. La decisione sarà presa, infatti, oggi pomeriggio alle 17, quando una cascata di soldi pioverà nelle tasche della città capace di aggiudicarsi l’ambitissimo riconoscimento, il titolo di Capitale italiana della cultura. In realtà saranno due le vincitrici. E’ infatti prevista una Capitale per l’anno 2016 ed una per il 2017. Dieci le candidate rimaste a contendersi la nomina finale (Aquileia, Ercolano, Como, Mantova, Parma, Pisa, Pistoia, Spoleto, Terni, Taranto) e soprattutto il milione di euro che sarà assegnato dal Mibact.

È stato, infatti, proprio il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ad indire il bando per la Capitale italiana della cultura. Lo stesso e la notevole cifra che verrà consegnata nelle mani del sindaco della città vincitrice sono stati resi possibili grazie alla legge Art Bonus, che in un anno e mezzo ha racimolato ben 34 milioni di euro provenienti da 790 mecenati. Ebbene 2 milioni si è deciso proprio di destinarli a favore delle del bando Capitale italiana della cultura.

Somme ingenti che ovviamente dovranno essere destinate al sostegno e alla valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e paesaggistico posseduto dalle prossime Capitali culturali, le quali di fatto passeranno poi il testimonial a Matera, già designata quale Capitale europea della cultura per l’anno 2019.

Insomma, l’Italia sembra finalmente puntare sulla sua inestimabile ricchezza architettonica, archeologica, storica e ambientale, che ogni singola città nostrana senz’altro possiede. Oggi pomeriggio dieci di queste splendide roccaforti culturali – rappresentate dai loro primi cittadini – presenzieranno alla cerimonia di premiazione che si terrà presso il Salone del Consiglio Nazionale del Mibact, in quel di Roma. Sarà il ministro Dario Franceschini a comunicare l’esito delle decisioni prese dalla Giuria di selezione, presieduta da Marco Cammelli.

Potrebbe anche interessarti