Smascherati 30 falsi invalidi a Napoli: lavoravano in diversi negozi della città

falsi invalidi

Percepivano una pensione di invalidità ma lavoravano senza alcun problema in diversi negozi di Napoli. E’ grazie ad un’operazione dei Carabinieri contro i falsi invalidi, che in città sono stati scoperti una trentina di truffatori. Con l’esecuzione di un’ordinanza cautelare, alcuni degli indagati saranno costretti agli arresti domiciliari, mentre altri ad un obbligo di firma. Tutti dovranno però rispondere a vario titolo di concorso in truffa ai danni di ente pubblico, contraffazione di certificazioni mediche e falsità ideologica da parte di pubblico ufficiale in atto pubblico.

A scoprire gli indagati, i quali avrebbero falsamente certificato di essere colpiti da alcune patologie invalidanti, sono state alcune telecamere nascoste che hanno ripreso i falsi invalidi lavorare in esercizi commerciali come cassieri, commessi o gestori. Tra questi è coinvolto anche un contrabbandiere.

Le pensioni di invalidità ricevute abusivamente avrebbero, secondo gli investigatori, una somma pari a 2 milioni e 420mila euro. E’ per questo che i militari hanno sequestrato beni mobili e immobili per un valore corrispondente a quello percepito dai falsi invalidi.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più