Nuove isole ecologiche per oli e lubrificanti usati: ecco dove

olio macchina

Gli oli lubrificanti che usiamo per le nostre auto fanno rappresentano un rifiuto pericoloso, che se disperso nelle falde acquifere può nuocere gravemente la nostra biologia.

Grazie ad un accoro tra il Comune di Napoli e il COOU (Consorzio Obbligatorio Degli Oli Usati) da oggi, 22 dicembre, sarà possibile portare l’olio usato, il quale è pari circa a 4 litri nelle autovetture, presso le Isole Ecologiche, destinate alla raccolta. Si tratta delle isole di Via Saverio Gatto e Viale della Resistenza; alle quali, nel mese di febbraio, si aggiungerà l’Isola di Via Emilio Salgari.

Il COOU è operativo nell’ambito del riciclo oli dal 1984 e riesce a recuperare il 90% dell’olio usato, destinandolo alla rigenerazione. “La piccola parte che sfugge ancora alla nostra raccolta -” , spiega il presidente del Consorzio, Paolo Tomasi, “si concentra soprattutto nel ‘fai da te’ e per intercettarla abbiamo bisogno del supporto delle amministrazioni locali per una sempre maggiore diffusione di centri di raccolta comunali adibiti anche al conferimento degli oli lubrificanti usati. L’accordo siglato con il Comune di Napoli va proprio in questa direzione, perché ora i cittadini potranno conferire questo rifiuto che sarà poi ritirato da una delle aziende di raccolta del COOU e tornerà a nuova vita attraverso la rigenerazione, con grandi vantaggi per l’ecosistema e per la bolletta petrolifera del nostro Paese”.

L’isola di Via Saverio Gatto si trova in prossimità dei Colli Aminei, mentre Viale della Resistenza si trova a Scampia. La prossima Isola Ecologica operativa, da febbraio, è quella di Ponticelli, in via Emilio Salgari.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più