Il Pastificio Rummo risorge dopo l’alluvione: “Non vi faremo stare senza pasta”

pastificio rummo

L’alluvione che lo scorso ottobre ha colpito il Sannio sembrerebbe essere soltanto un brutto ricordo, sono in tanti però coloro che da mesi cercano di tornare alla normalità e di far rinascere le proprie attività per ricominciare da zero. Tra questi c’è anche lo storico Pastificio Rummo, che durante l’alluvione è stato gravemente danneggiato dall’acqua e dal fango che hanno distrutto macchinari e intere produzioni. Per aiutare lo stabilimento e i suoi tanti dipendenti è stata lanciata la campagna #SaveRummo, tanti sono stati gli chef stellati che hanno creato gustose ricette con i prodotti Rummo e tante altre le scuole che hanno scelto di servire nelle mense la pasta del noto marchio.

Una solidarietà immensa che è servita a non far perdere le speranze alla famiglia Rummo. “Tutto procede per il meglio e anche in maniera molto veloce – aveva dichiarato un mese fa Antonio Rummo, il quale aveva annunciato che ben presto il pastificio avrebbe riaperto i battenti ogni giorno che passa vediamo dei miglioramenti, possiamo dire che i lavori per quanto concerne la parte interna sono ultimati al 95%, mentre per quella esterna all’85%”.

Nonostante i disagi e le gravi perdite nella produzione, il Pastificio Rummo si prepara ad accogliere il nuovo anno nel migliore dei modi: “Ci teniamo a farvi sapere che i lavori di ripristino stanno procedendo bene e, soprattutto, che con l’inizio del nuovo anno faremo ripartire la produzione. Con l’occasione abbiamo anche migliorato l’efficienza energetica dello stabilimento, in modo da essere più rispettosi verso l’ambiente. Ve l’avevamo promesso, non vi faremo stare senza pasta!“.

Potrebbe anche interessarti