Campania. Allerta della Protezione Civile: “In arrivo forti nevicate e gelo”

 

allarme gelo napoli

Era stato già annunciato che, dopo un dicembre caldo e per niente piovoso, a gennaio sarebbe arrivato l’inverno e con lui la pioggia e tanto freddo. In questi ultimi giorni, sole e maltempo si sono alternati senza destare molte preoccupazioni, perchè il vero e proprio freddo arriverà da sabato 16 gennaio, giorno in cui si registrerà un improvviso calo di temperature, che potrebbe portare neve e gelo anche al Sud.

In Campania è stata già lanciata l’allerta della Protezione civile: “A partire dal pomeriggio di sabato 16 gennaio 2016 – si legge in una nota – correnti fredde artiche interesseranno il territorio regionale determinando un repentino calo delle temperature. Tale condizione potrà determinare precipitazioni a carattere nevoso e forti gelate, che, inizialmente, interesseranno territori a quota superiore ai 1000m, per poi estendersi progressivamente anche a quote molto basse, fino ai 200/300m di altezza”.

L’allarme scatterà a partire dal 16 gennaio e si protrarrà almeno per le 48 ore successive, è per questo che si invitano i sindaci a prepararsi con tutte le misure necessarie in caso di avverse condizioni meteorologiche: “[..] Si raccomanda, ove non presente, di dotarsi di un piano comunale specifico, che preveda l’individuazione delle zone del proprio territorio particolarmente sensibili ai fenomeni. [..] I Comuni, le Province e gli Enti gestori della viabilità, dovranno aver cura di dotarsi per tempo, con oneri a proprio carico, di adeguate scorte di sale o prodotti adatti per il disgelo da utilizzare sulla viabilità di propria competenza. Si dovrà garantire percorribilità della rete stradale principale e di collegamenti alle strutture essenziali [..]”.

Si informa inoltre la popolazione dei possibili problemi che potrebbero essere causati da forti nevicate, come l’interruzione dell’energia elettrica, disservizi alle linee telefoniche, impossibilità di raggiungere la farmacia per l’acquisto dei fermaci necessari o i negozi per l’approvvigionamento dei beni di prima necessità, e interruzioni dell’approvvigionamento idrico per rottura di condotte provocate dal gelo (a questo proposito la Gori ha pubblicato dei consigli utili alla protezione degli impianti).

Potrebbe anche interessarti