Canone Rai 2016: ecco come si pagherà e chi sarà esentato

canone rai

Nuovi rincari accompagnano le tasche degli italiani nel 2016. E’ già di dominio pubblico che il canone Rai sarà ora addebitato sull’utenza dell’energia elettrica, ossia all’interno della ricevuta del proprio fornitore di energia.

Il costo del canone rai sarà di 100 euro e non più di 113,5 euro e rappresenterà, all’interno della vostra bolletta, una voce a parte, la quale vi indicherà che si tratta del canone televisivo.

Tale somma dovrà essere pagata, dunque, da tutti coloro che hanno una fornitura elettrica e un apparecchio che permette la recezione delle trasmissioni televisive, presso il luogo in cui hanno residenza anagrafica.

La prima somma sarà addebitata dopo il 1 luglio 2016 e non riguarderà l’intero abbonamento: infatti l’intero importo sarà suddiviso il 10 rate mensili.

  • E se non ho apparecchi in casa?

Si può sottoscrivere la dichiarazione relativa al non possesso di apparecchi in casa, assumendosi, tuttavia, la responsabilità penale in caso di mendacio. Le modalità di dichiarazione di non detenzione della Tv saranno definite con provvedimento del Direttore delle Agenzia delle Entrate.

  • Chi è esente dal pagamento?

Saranno esenti dal pagamento del canone televisivo coloro che posseggono una soglia reddituale annua inferiore o fino agli 8000 euro, ma solo se hanno 75 anni e oltre. Le modalità della richiesta di esenzione saranno stabilite con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, di concerto col Ministero dello Sviluppo Economico.

Non sarà più possibile richiedere il suggellamento degli apparecchi e disdire l’abbonamento.

 

 

Potrebbe anche interessarti