Tim Cook: “Vi spiego perché abbiamo scelto Napoli”

tim cook

Non si placano le polemiche dopo l’annuncio di Cook di impiantare a Napoli un nuovo Centro Europeo per lo sviluppo di App Ios. In tanti non avevano visto di buon occhio la scelta del noto marchio di investire a Sud, commentando la decisione con sdegno e disapprovazione.

Stando però alle dichiarazioni del dirigente dell’azienda statunitense, la scelta non sarebbe stata casuale, bensì dettata da ragioni socioeconomiche: “Quando a Milano annunciai a Renzi che avremmo voluto aprire una scuola per sviluppatori di app, lui mi chiese di immaginare una linea che divide l’Italia in due. Sopra quella linea, spiegò, ci sono dati demografici ed economici più alti dei paesi più ricchi d’Europa; sotto quella linea invece siamo ai livelli della Grecia. Questo discorso ci ha molto colpito e per questo abbiamo deciso di andare sotto la linea dichiara.

Una sfida per la Apple, che vede in Napoli uno spirito imprenditoriale elevato, forse sottovalutato da tanti, e una città che ha bisogno di un riscatto, soprattutto dal punto di vista economico e lavorativo.

Cook ben presto farà visita alla città e al nuovo polo tecnologico in cui saranno formati centinaia di cervelloni che avranno la possibilità di lavorare per un marchio oramai famoso in tutto il mondo, senza essere costretti per questo ad emigrare. Apple potrebbe inoltre essere d’esempio per tante altre aziende, che potrebbero insediarsi nel territorio partenopeo e creare lavoro investendo sulle capacità dei giovani del Sud che, possiamo dire con certezza, rientrano tra il grande potenziale meridionale mai sfruttato pienamente.

 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più