Napoli dice addio ad Equitalia: “È la prima città d’Italia”

Equitalia

Napoli, finalmente, dirà addio all’azienda di riscossione “Equitalia”. L’hanno annunciato oggi il sindaco Luigi De Magistris e l’assessore al Bilancio Salvatore Palma aggiungendo che per le riscossioni locali l’ente rimarrà attivo fino a maggio, per le ultime azioni in sospeso, poi verrà definitivamente sostituito dalla “Napoli Riscossione”. La nuova impresa verrà, poi, inglobata nella “Napoli Holding” che ha già iniziato una campagna di annessione delle sue partecipate.

“Siamo – ha annunciato de Magistris nelle dichiarazioni riportate dal Mattino – la prima città d’Italia ad avviare un’azione simile, Napoli è ancora una volta all’avanguardia. La nostra è una scelta politica e amministrativa che va nella direzione di avere più semplificazione, più trasparenza e più chiarezza grazie al rapporto diretto tra Comune e contribuenti. Una strada a cui l’amministrazione stava lavorando da un paio di anni e che – sottolinea il sindaco – nasce dalla volontà di non essere più gli esattori di cartelle di tasse decise dal Governo e dal Parlamento. Vogliamo essere autonomi, creare la nostra finanza pubblica applicando la Costituzione”

Potrebbe anche interessarti