Parla la zia della donna bruciata viva a Napoli: “Gli aveva detto che la storia era finita”

Carla Caiazzo

Napoli è ancora sotto choc per il terribile atto che si è consumato ieri, quando Paolo Pietropaolo ha dato fuoco alla sua compagna incinta, riducendola in fin di vita. Trasportata in ospedale, i medici hanno provveduto a far partorire la donna e salvato così la bambina.
Purtroppo la vittima, Carla Caiazzo, versa in gravissime condizioni, presentando ustioni su circa il 45 per cento del corpo ed ora è in prognosi riservata al Cardarelli.
E’ una brava ragazza, non meritava tutto questo”, queste le parole di Liliana Migliaccio, zia della vittima, a Repubblica.

Mia nipote è una ragazza onesta. Proprio per questo gli aveva chiarito che nonostante la gravidanza il loro rapporto era finito” -continua la Signora Liliana-“E so anche che per la bambina non ci sarebbero stati problemi. Insomma, nessuno gli avrebbe impedito il suo ruolo di padre“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più