Arancia Meccanica a Sant’Antimo: botte e sevizie in una villa

aggressione sant'antimo

Una vera e propria aggressione in stile “arancia meccanica” quella avvenuta ieri sera intorno alle 20.00 a Sant’Antimo, provincia di Napoli, dove una banda di malviventi, presumibilmente stranieri, si è introdotta in casa di un noto agronomo del posto torturando l’intera famiglia per ottenere la combinazione della cassaforte di casa.

Al momento dell’aggressione nella villa di famiglia erano presenti l’uomo, sua moglie e un’amica. In pochi minuti i banditi sono entrati nell’abitazione chiedendo soldi e preziosi. Al rifiuto del proprietario, così come riportato da larampa.it, gli uomini hanno iniziato a picchiare selvaggiamente la moglie dell’agronomo.

Fortunatamente il figlio della coppia, rientrando in casa, si è accorto della presenza sospetta di alcuni uomini. Accortosi del pericolo il ragazzo ha raggiunto un posto di blocco della Polizia Stradale presente poco distante per chiedere aiuto. In pochi minuti gli agenti si sono introdotti nell’abitazione ma alla vista degli uomini la banda è scappata lasciando la coppia nel terrore. Fortunatamente nessuno dei tre presenti ha riportato gravi ferite.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più