La neo-laureata di Ercolano insiste contro la Merkel: la Germania verso la sconfitta

annarita amoroso neolaureata germania merkelA luglio scorso, una neo-laureata di Ercolano, Annarita Amoroso, divenne famosa negli ambienti politici europei e non solo, per aver scritto una petizione indirizzata alla Commissione Europea contro il progetto tedesco di fare cassa statale facendo pagare uno speciale pedaggio autostradale ai turisti.

La giovane napoletana, laureata in Scienze Politiche, denunciò il  Ministro dei trasporti tedesco Alexander Dobrindt di  aver violato il “divieto di discriminazione fondato sulla nazionalità applicato alla libera circolazione delle persone e delle merci”.

A distanza di 8 mesi abbiamo parlato con Annarita, per avere informazioni circa l’evoluzione della vicenda, la risposta della Germania e l’iter della petizione. Ebbene, la giovane di Ercolano ci ha informato che proprio lunedì pomeriggio, 21 marzo, ha ricevuto una mail dalla Commissione Europea con all’interno le dinamiche riguardanti la petizione.

Il documento informa la giovane che a giugno la Commissione ha avviato una procedura di infrazione nei confronti della Germania, la quale ha risposto ad agosto. Tuttavia, i membri della Commissione non sono stati soddisfatti delle risposte tedesche e, a dicembre, hanno inviato un’ulteriore lettera di costituzione in mora alla Germania. Qualora la riposta del Paese della Merkel dovresse risultare ancora lacunosa o non soddisfacente, la Commissione provvederà ad emettere nei confronti della Germania un parere motivato, per poi concludere la procedura con la Corte di Giustizia, come tappa finale.

Sei soddisfatta dell’evoluzione dei fatti o nutri qualche perplessità a riguardo? Abbiamo chiesto ad Annarita:

“Si, assolutamente. Di solito le procedure di infrazione durano anni, invece, in questo caso, la cosa sta procedendo con una certa urgenza e velocità”.

Attendiamo dunque l’esito dei fatti, prendendo nota, inoltre, che è già una rilevante vittoria l’inizio di una procedura del genere grazie all’iniziativa di una giovane neo-laureata, spinta dalla passione e da motivazioni sane, le quali confutano le discussioni sul totale disinteresse da parte dei giovani per la politica e l’allontamento. dalle cose importanti.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più