Cambio gomme estive: dal 16 aprile multe salatissime e ritiro carta di circolazione

Cambio gomme

Dal 16 aprile fino al 15 ottobre è fatto obbligo del cambio gomme invernali per evitare di incorrere in una sanzione amministrativa. Lo stabilisce nel 2013 la circolare n. 1058 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in seguito modificata dalla circolare n. 1049 del 2014 che concede un mese di tolleranza ai patentati, consentendogli di effettuare il cambio pneumatici invernali dal 15 ottobre al 14 novembre e montare quelli estive dal 16 aprile al 15 maggio.

La sanzione può variare dai 419 ai 1682 euro, ma le conseguenze possono essere più complesse, come l’invio in revisione del veicolo, il ritiro della carta di circolazione e una nuova visita e prova presso la sede della Motorizzazione. Esiste, tuttavia, una deroga a questa multa: se il codice di velocità, ossia l’indice corrispondente alla velocità massima di viaggio, è inferiore a quello segnalato sul libretto alla voce “pneumatici”, nessun problema per i conducenti che usano gomme termiche contraddistinte dalla sigla M+S.

A prescindere dal rischio di una multa, però, è comunque consigliabile effettuare la conversione degli pneumatici, in quanto quelli estivi sono progettati per resistere a temperature più elevate, presentano un’alta aderenza e tenuta alla strada, sono meno rumorose alle alte velocità e consumano meno.

Potrebbe anche interessarti