La condizione dei laureati in Campania: quanti trovano lavoro e quanto guadagnano

 

laureaSi terrà questa mattina la presentazione del “Rapporto 2016 sul profilo e la condizione occupazionale dei laureati della Regione Campania” di AlmaLaurea, presso la Stazione Marittima di Napoli. Un’occasione utile per conoscere nel dettaglio la condizione dei laureati in Campania. Un quadro generale non positivo per gli studenti campani, che stanno mediamente peggio di quelli delle altre regioni d’Italia. Come si legge da Il Corriere del Mezzogiorno, l’indagine di AlmaLaurea è stata effettuata su 26,699 laureati nel 2015, distribuiti tra l’Università Federico II, l’Ateneo di Salerno, la Parthenope, l’Orientale, la Seconda Università e l’Ateneo del Sannio.

L’età media della laurea è 26,4 anni, condizionata dalla scelta di alcuni studenti di non immatricolarsi appena conclusa l’esperienza liceale. Così, solo 34 studenti su 100 terminano l’università in corso. Il voto medio è in linea con il resto d’Italia: 102 su 110. Dei 15.265 laureati triennali del 2014 intervistati un anno dopo la laurea, il 65% ha proseguito gli studi con la magistrale (la media nazionale è del 55). Tra coloro che non hanno compiuto lo stesso percorso formativo, il tasso di occupazione è del 53%. E tra gli occupati, solo il 43% può contare su un lavoro stabile e guadagna in media di 957 euro mensili. Il 60% dei laureati in Campania nel 2014, compresi coloro che sono regolarmente retribuiti, ha un’occupazione. La media italiana è del 70%. Il guadagno è di 1.049 euro mensili, mentre in Italia è mediamente di 1.132.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più