29 Aprile 1990. Napoli pazza di gioia: il secondo Scudetto è tuo!

“Pazzi di gioia. Napoli, un giorno per la storia. Tutti pazzi fino a notte fonda. E Ferlaino ha portato i giocatori in nave per una memorabile festa scudetto. Maradona: Dedicato a mio padre”. Titolava così il Corriere dello Sport il 29 aprile del 1990. Facile intuire che il motivo di tanto clamore fu il secondo scudetto conquistato dalla squadra partenopea dopo un estenuante campionato. La vittoria arrivò quando Marco Baroni segnò, contro la Lazio al settimo minuto, un gol di testa su punizione di Maradona. La squadra, con Corrado Ferlaino presidente e Albertino Bigon allenatore, era composta da Giuliani e De Fusco in porta; Bigliardi, Corradini, Ferrara, Francini, Renica, Tarantino e Baroni in difesa; Alemao, Crippa, De Napoli, Fusi, Mauro e Zola a centrocampo; Careca, Carnevale e Maradona in attacco.

Il Napoli riuscì a vincere lo scudetto dopo una lotta appassionante con il Milan, eterno rivale della stagione, guidato da Arrigo Sacchi, che fu distanziato con due punti di vantaggio. La capolista fu poi seguita da Inter e Juve lontane di sette punti. Grande protagonista di questa stagione, così come di tante altre, fu Diego Armando Maradona, el Pibe de Oro che segnò ben sedici gol.

alemao

Simbolo di questo campionato fu una celebre monetina da cento lire. L’otto aprile 1990, quartultima giornata che vedeva i rossoneri in vantaggio, il Napoli giocava fuori casa contro l’Atalanta. A un quarto d’ora dalla fine nessuna delle due squadre aveva segnato. Identica situazione per Bologna – Milan. La partita si sbloccò quando da una gradinata di Bergamo fu gettata una moneta che colpì Alemao in testa. Il giocatore fu portato in ospedale e il Napoli vinse la partita a tavolino. La scelta fu aspramente contestata dal Milan che vide la squadra partenopea sempre più vicina al sorpasso. Altra partita fondamentale per la vittoria dei napoletani fu Verona – Milan, che terminò con una sconfitta di quest’ultima alla penultima giornata.

Striscione

Con questo trionfo i giocatori del Napoli aggiunsero un altro tassello a quegli anni costellati di numerose vittorie iniziate con il primo scudetto (1986-87) e al quale seguirono la Coppa Italia (1986-87) e la Coppa Uefa (1988-89). Da lì a pochi mesi, nel settembre del 1990 la stessa squadra avrebbe ottenuto anche la Supercoppa Italiana grazie alla vittoria (5-1), conquistata al San Paolo contro la Juventus.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più