Gioco d’azzardo e scommesse illegali: blitz contro il clan dei Casalesi, 11 arresti

Carabinieri

Avevano il monopolio del gioco d’azzardo attraverso l’utilizzo di slot machine modificate ed il controllo di centri scommesse e internet point. E’ quanto emerso, dalle prime ore di questa mattina, dalle indagini investigative del Ros eseguite in provincia di Caserta e condotte verso un nucleo legato al clan dei Casalesi, riconducibile a Michele Zagaria. Dalle prime ore di questa mattina, i carabinieri stanno eseguendo una serie di ordinanze di custodie cautelari nei confronti di undici persone, ritenute responsabili di: associazione mafiosa, estorsione, gestione illecita del gioco d’azzardo online e raccolta illegale di scommesse su eventi sportivi.

Non solo attività illegali nel mondo delle scommesse, però. Infatti, durante le indagini, sono state documentate diverse estorsioni a danno di imprese ed attività commerciali. Inoltre, anche un’attività di riciclaggio del denaro ottenuto da queste condotte illecite attraverso il concorso di funzionari di banca.

Potrebbe anche interessarti