Video. Napoli, De Magistris è il sindaco più votato d’Italia. Si festeggia con “Bella ciao”

de magistris

Ha festeggiato indossando una maglia del Napoli e persino con una corona in testa, ma ha buoni motivi per farlo: perché Luigi De Magistris è stato confermato sulla poltrona di sindaco di Napoli con un vero plebiscito, risultato il più votato in Italia, con il 66,85% dei voti al ballottaggio. Per lui 185.907, ben 13.197 voti in più rispetto al primo turno, mentre lo sfidante del Centrodestra, Gianni Lettieri, si è fermato a 92.174, cioè 4.787 voti in meno rispetto al primo turno.

Una festa di compleanno speciale per l’ex magistrato, anche se a Napoli ha votato meno del 38% degli aventi diritto e anche su questo bisognerà ragionare. Intanto per il sindaco si gode questo nuovo riconoscimento popolare sul quale non c’erano grandi dubbi alla vigilia anche se le proporzioni del successo sono importanti e con numero anche leggermente superiori per lui a quelli di cinque anni fa. “Per me è una gioia immensa – sono state le prima parole di Luigi De Magistrisma non va interpretato come un voto di protesta. Piuttosto ha vinto la voglia di rivoluzione, noi siamo l’unica vera novità politica di queste elezioni e abbiamo messo in campo qualcosa che va molto oltre l’amministrazione di una città”. Il sindaco ha anche sottolineato come da Napoli possa partire una spinta generale per immaginare il governo delle grandi città sempre liberi e senza condizionamenti da parte delle istituzioni centrali. La sua soddisfazione però è anche quella di aver vinto contro tutto e tutti, persino i 5 Stelle.

De Magistris è stato accolto dai suoi fedelissimi al canto di ‘Bella Ciao’ sotto Palazzo San Giacomo, la sede del Comune, e ha anticipato che per il momento i suoi assessori rimarranno gli stessi per dare continuità al lavoro di questi anni, anche se in realtà la giunta definitiva arriverà nei prossimi tre mesi. E potrà anche contare su 24 consiglieri comunali sui 40 previsti.

Il video è de ilcorrieredelmezzogiorno.it. (clicca su per farlo partire)

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più