Dolce & Gabbana a Napoli: ecco tutti i numeri record e le spese da capogiro

Dolce & GabbanaUna settimana da record per Napoli. Il capoluogo campano ha vissuto un momento meraviglioso in termini di visite, che sicuramente continuerà con l’arrivo dei turisti da tutto il mondo per le prossime ferie estive. Ma veniamo ai numeri che hanno caratterizzato questo momento d’oro che la città ha vissuto grazie agli eventi della casa di moda Dolce & Gabbana, anche grazie al convegno di Epos con 2.500 economisti organizzato dalla Federico II. Quelle trascorse sono state, quindi, giornate da vero record per l’economia di Napoli. In cima alla classifica di questo successo si piazzano l’aeroporto di Capodichino, gli alberghi di lusso e il molo Luise.

Come riporta Repubblica, i numeri di questo successo sono, i 400 ospiti vip della casa di moda Dolce & Gabbana, i 2.500 gli accademici venuti da tutto il mondo per Epos, il convegno organizzato dalla Federico II. Anche per la ristorazione, il catering e lo street food hanno avuto un ruolo importante. Confcommercio ha stimato 500-600 mila euro spesi nel settore, nelle 4 giornate degli eventi, 200 mila euro invece sono stati spesi nei prodotti dell’enogastronomia made in Campania, il solo Sorbillo ha sfornato 2.400 tranci di pizza in una serata. Altri numeri arrivano dall’aeroporto di Capodichino che, dal 6 al 10 luglio, ha segnato un più 14 per cento tra arrivi e partenze rispetto allo scorso anno con 171 mila passeggeri. Cifre che raggiungono livelli inediti nel weekend dall’8 al 10 luglio, 79 mila passeggeri con più 17 per cento rispetto allo scorso anno. Un primato conquistato anche dai voli privati atterrati sulla pista dello scalo napoletano, 750 voli nella settimana D&G dal 4 al 10 luglio, con più 29 per cento rispetto allo scorso anno, 370 soltanto nel weekend.

Federalberghi inoltre fa sapere che sono stati 5 mila i posti letto occupati dagli economisti e dallo staff di Dolce & Gabbana, modelle e clienti di lusso. Sold out per suite al Parker’s (più 10 per cento di occupazione) e a San Francesco al Monte che hanno ospitato i giornalisti italiani e internazionali. Tutti gli alberghi hanno registrato 4 giorni di sold out. Altri 7 mila posti letto erano occupati da turisti che erano a Napoli per visitare la città. Anche il Molo Luise ha segnato numeri record, nei giorni degli eventi, hanno ormeggiato infatti 15 megayacht, altri 30 sono rimasti ancorati al largo di Napoli. Il costo dell’ormeggio va dai 500 ai 1500 euro al giorno. Al molo e sui lussuosi yacht degli ospiti vip di Dolce & Gabbana hanno lavorato, per tutto ciò che riguardava la parte nautica e quella dei trasporti, almeno 150 persone, a bordo delle imbarcazioni invece circa 300 membri che formavano gli equipaggi italiani e internazionali. Sono state inoltre noleggiate 15 barche di aziende napoletane per trasferire gli ospiti sulle isole di Capri e Ischia.

Molto importanti anche i numeri registrati dal comparto dei van, minibus di lusso delle case automobilistiche Mercedes e Rolls Royce, con i vetri oscurati per la privacy degli ospiti, 50 al giorno. Le vetture prelevavano gli ospiti da alberghi e barche per portarli nei luoghi degli eventi, scortati da auto delle forze dell’ordine e di società di vigilanza privata. Due i milioni spesi tra alberghi, ristoranti, street food, shopping grandi firme e e botteghe artigianali di San Gregorio Armeno, cifre stimate da Confcommercio. Almeno 100 mila euro sono stati sborsati da Dolce & Gabbana per le due cene di gala organizzate da una delle più importanti società di catering napoletana, la Galà Eventi, società che si è aggiudicato l’appalto. Per le sole 2 cene di gala una Villa Pignatelli che ha aperto i festeggiamenti con la presentazione di gioielli e una a Castel dell’Ovo, dove è stata presentata la collezione uomo, e 3 cocktail con drink e champagne hanno lavorato 300 camerieri, 100 addetti, 30 cuochi, 10 autisti, 20 camion.

Questi numeri ci fanno capire il giro d’affari che ha interessato Napoli, a questo punto non ci resta che dire ben vengano i grandi eventi a Napoli perché la città è pronta.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più