Dal 22 luglio smaltimento rifiuti hitech gratis: ecco dove depositarli

rifiuti-elettronici-400x600

Smaltire i rifiuti hitech presenti in casa sarà più facile e più sicuro per l’ambiente, difatti dal prossimo 22 luglio sarà possibile depositarli GRATUITAMENTE presso la maggior parte dei negozi di elettronica. Tale provvedimento è presente nel decreto del ministero dell’Ambiente n. 121 del 7 luglio, pubblicato il 10 luglio sulla Gazzetta Ufficiale.

Tale novità è stata chiamata “Uno contro zero” perché non comporta alcun costo e nessun obbligo di acquisto da parte di coloro che vorranno lasciare i prodotti elettrici di piccola taglia non funzionanti nel negozio di elettronica. Tuttavia, non tutti i negozi saranno obbligati ad offrire questo servizio bensì solo coloro che superano i 400 mt quadrati. I proprietari dei negozi di tali dimensioni, dunque, dovranno creare delle apposite aree all’interno dei punti vendita con l’obbligo di smaltire quanto raccolto entro un anno o al raggiungimento dei 1000 Kg di prodotti raccolti.

Per tutti gli altri, ossia gli esercizi più piccoli, sarà un opzione facoltativa senza alcun obbligo. Inoltre per poter depositare un rifiuto hitech questo non deve superare i 25 centimetri di lunghezza. Qualora la raccolta dei prodotti rischia di esporre il negozio a pericoli di sicurezza i titolari dei negozi di elettronica potranno rifiutare di accettarli.

Ricordiamo che prima di questa svolta salva ambiente c’erano pochi negozi che consentivano lo smaltimento dei rifiuti hitech in cambio dell’acquisto di un altro elettrodomestico o pagando una commissione.