Casalnuovo. Incendio campo Rom, aria irrespirabile: ecco cosa dice l’ARPAC

Incendio Campo Rom

Lo scorso 18 luglio un vasto incendio ha colpito il campo Rom Capodichino di Casalnuovo, nei pressi dell’Aeroporto civile e dell’Ikea. Tantissimi i disagi causati da questo incendio, soprattutto a livello ambientale, con un’aria che è diventata subito irrespirabile per i cittadini della zona. I roghi, purtroppo, continuano a colpire le zone tra Napoli e Caserta, e complice il gran caldo di questo periodo, i residenti sono costretti a rinchiudersi in casa.

A tal proposito, è intervenuta  l’ARPAC, l’Agenzia Nazionale per la Protezione Ambientale in Campania, diffondendo gli ultimi dati sulla qualità ambientale della zona di Casalnuovo. Molti residenti della zona continuano a consigliare di indossare mascherine e di uscire il meno possibile di casa.

Un comportamento che va in controtendenza rispetto ai dati diffusi dall’ARPAC. Nello specifico, si legge che: “Gli inquinanti monitorati sono i gas CO NO, NO2, NOx, O3, Benzene, Toluene, Xilene, e le polveri sottili PM10 e PM2,5. Si rileva che le concentrazioni di inquinanti sono significativamente aumentate a partire dalle ore 24.00 del 18/7/2016 con condizioni di ristagno degli inquinanti. I valori misurati sono stati in particolare più elevati per gli ossidi di azoto, ma comunque ampiamente entro il limite orario di 200 microgrammi/metro cubo per l’NO2, a partire dalle ore 6.00 del 19/7 si è osservata una diminuzione di concentrazioni“. 

Per quanto riguarda le polveri sottili “l valore medio giornaliero è inferiore al limite di 50 microgrammi/metro cubo. Le concentrazioni di Benzene sono rimaste ampiamente entro i limiti di legge di 5 microgrammi/metro cubo annui. Tutti i parametri monitorati sono comunque ampiamente nella norma“. A questo link è possibile leggere la relazione completa dell’ARPAC in merito alle condizioni ambientali di Casalnuovo. A questo link invece è disponibile una tabella con tutti i dati relativi alla qualità ambientale registrati dalle ore 01:00 alle ore 24:00 del 18/07/2016, da cui è possibile vedere come siano sopra la norma soltanto i valori relativi alla presenza di polveri sottili nell’aria.

Potrebbe anche interessarti