Furti in casa. Le regole per difendersi dai ladri d’appartamento

ladro

Estate, tempo di vacanze. Le città si svuotano e le case sono più esposte al rischio di furti. Tutti sognano le tanto desiderate ferie ma c’è una fissa che proprio non ci abbandona, nemmeno in vacanza: la paura dei topi d’appartamento.

Ma ci sono dei consigli da seguire e diffusi da Polizia di Stato e Carabinieri per provare a difendersi:

– Porta blindata e inferriate, per chi abita ai piani bassi

– Non fate mai entrare in casa sconosciuti, per nessuna ragione e non fornire indicazioni sulla propria abitazione

– Se custodite in casa somme di denaro o gioielli di valore nasconderli in cassaforte ed evitare i posti più comuni come armadi, cassetti, vasi, ecc.

– Chiudete bene a chiave la porta di ingresso, abbassate le tapparelle e chiudete le finestre.

– Non pubblicizzate la vostra partenza tra conoscenti, nei luoghi di ritrovo o sui social network; fornite, se possibile, un recapito da utilizzare, in caso di problemi, ad un vicino fidato.

– Allo stesso vicino chiedete, se può, di liberare la cassetta postale da posta e soprattutto dalla pubblicità che se accumulata può esser un indicatore di assenza.

– Se lo ritenete opportuno lasciate una luce accesa in casa perché questo potrebbe spaventare i ladri così come una radio o un televisore acceso.

– Non postate sui social network foto o messaggi che facciano capire inequivocabilmente che siete lontani da casa.

– Non tenere scale o attrezzi da lavoro incustoditi nel cortile – i ladri potrebbero utilizzarli per accedere senza difficoltà alla tua casa. Se non ti servono, mettili via.

– Mettete solo il cognome e cosi anche sulla cassetta della posta per evitare di indicare il numero effettivo degli inquilini che vi abitano. Ricordate: il nome identifica l’individuo, il cognome la famiglia. Infine: se vivete in una casa isolata, adottate un cane. Per i ladri è un grande deterrente.

– Se al rientro trovate la porta aperta non entrate mai; chiamate immediatamente la Polizia e fate entrare gli agenti per primi; non fatevi prendere dal desiderio di sorprendere i ladri da soli o di verificare subito cosa sia successo: un ladro sorpreso e messo alle strette potrebbe diventare aggressivo.

Potrebbe anche interessarti