Terremoto: a Caserta si raccolgono fondi con le pizze. Al via l’iniziativa

i mASANIELLI

Il terribile evento sismico di stanotte, del quale è stato vittima il centro Italia, pare aver colpito nel profondo ed unito il nostro Paese nel suo insieme: nella nostra regione, in particolare, oltre agli aiuti ed ai soccorsi immediati inviati grazie alla Protezione Civile della Campania, ed a quella del Comune di Napoli, pare siano stati messi in atto dei metodi di sostegno e solidarietà “alternativi”.

E’ in piazza Adlo Moro a Cellole, infatti, in provincia di Caserta, che è stato allestito, grazie al sindaco Angelo Barretta, un gazebo per la raccolta di fondi, vestiario, scorte alimentari e medicinali per le vittime. Importante anche la presenza di una postazione mobile “Avis” per la donazione del sangue.

E’ sempre a Caserta, e precisamente in viale Lincoln, che un’ulteriore iniziativa di forte umanità e solidarietà, è stata poi messa a punto da parte di Francesco Martucci e della sua pizzeria “I Masanielli”“Da domani presso la nostra pizzeria l’intero importo della nostra “amatriciana” (8€) verrà interamente devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto!”: questo è ciò che si legge nella pagina Facebook ufficiale della pizzeria, che ha deciso pertanto di devolvere il ricavato dei propri prodotti ai comuni colpiti dalla strage. “La pizza unisce i cuori, e noi siamo uniti a loro”: questa, invece, la dichiarazione riportata su www.noicaserta.it, da parte di Pasquale Rossi, noto pizzaiolo di Alvignano.

Potrebbe anche interessarti