Gomorra è un trionfo anche in USA. Saviano: “La serie attira turisti a Napoli”

Gomorra

Il successo di Gomorra è semplicemente inarrestabile. Dopo gli straordinari ascolti registrati durante la messa in onda della seconda stagione su Sky, la serie tutta italiana ha debuttato anche in America lo scorso 24 agosto ed è stato un autentico trionfo. Anche la critica americana, infatti, è rimasta sbalordita dalla qualità della serie, al punto da paragonarla a “mostri sacri” del genere come “I Soprano” e “The Wire”. Per il Wall Street Journal, Gomorra è “l’esportazione televisiva italiana di maggiore successo“.

Non è un caso che la serie abbia debuttato su Sundance Tv, canale via cavo statunitense che trasmette soprattutto cinema indipendente e serie tv di riconosciuta qualità. Anche il New York Times si accoda alla scia di elogi che sta avendo Gomorra, identificandola con un unico aggettivo: “dark (oscura)“. Un successo del quale ha parlato Roberto Saviano, mente creativa della serie tv e, naturalmente, autore dell’omonimo romanzo. Scrive Saviano su Facebook: “Dove sono tutti quelli che dicevano che Gomorra diffamava Napoli (usando anche l’orrida espressione “sputtanapoli”) Negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia?“.

“Dove sono quelli che parlavano di cattiva pubblicità per la città? La compagnia aerea EasyJet – spiega Saviano – ha dichiarato che l’azienda sta investendo di più su Capodichino perché Gomorra attira nuovi turisti a Napoli. Forse la diffamazione e la presunta distruzione dell’immagine erano solo alibi strumentali all’invito all’omertà fatto da chi vive con rabbia per non essere stato in grado di comprendere e raccontare il mondo che attraversa“.

Potrebbe anche interessarti