Somma Vesuviana. Coltivava la cannabis tra la frutta: scoperta piantagione da 200 chili

cannabis

Le indagini condotte dai carabinieri della Compagnia di Cisterna, con il supporto dell’elinucleo di Pontecagnano, hanno portato alla scoperta di un laboratorio di produzione e confezionamento di cannabis. In un fondo agricolo di Somma Vesuviana, infatti, sono state ritrovate, tra frutta e verdura, anche una settantina di piante di cannabis alte 2,5 metri. A diffondere la notizia, Ansa.it.

Scoperto anche un fabbricato “adibito a laboratorio per l’essiccazione e il confezionamento, con tanto di impianto di ventilazione e materiale per confezionare la droga in dosi“, si legge dall’Ansa. Coinvolto il proprietario del fondo, un 28enne accusato di coltivazione illecita e della detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente, ora agli arresti domiciliari.

Sono state ritrovate, inoltre, 68 piante dal peso lordo di 200 chili. Nel laboratori, invece, 70 grami di marijuana già confezionata e pronta per essere spacciata. E’ il secondo caso di produzione illegale di marijuana in Campania, che fa il seguito a quello avvenuto diversi giorni fa a Sessa Aurunca.

Potrebbe anche interessarti