Terremoto Centro Italia, la situazione a Napoli: controlli in chiese e metropolitana

protciv

Anche a Napoli e in tutta la Campania la scossa delle 7,41 è stata avvertita distintamente soprattutto nei piani alti.

Immediatamente si è attivata la macchina della protezione civile, in costante contatto con il Sindaco de Magistris e coordinata dal Vice Sindaco Del Giudice .
Sono stati subito rinforzati i presidi di uomini e mezzi già programmati – in questi giorni – soprattutto nelle zone cimiteriali ( per il ponte dei defunti è infatti previsto un grande afflusso di cittadini ) ed in quelle a maggior presenza turistica come i decumani.
La Protezione civile ha anche contattato gli ospedali cittadini ed anche nei nosocomi non si sono registrate grandi criticità se non -come in molte parti della città – momenti di apprensione da parte delle persone.
La situazione è costantemente seguita tramite i presidi sul territorio e la centrale operativa.
Lo rende noto l’Ufficio stampa del Comune di Napoli
Anche i luoghi di culto – soprattutto per le messe della mattinata – sono presidiate dal personale e dalle associazioni di Protezione Civile. Dopo aver contattato il management di ANM la centrale operativa di Protezione civile cittadina rende noto che non si registra alcun disallineamento dei percorsi su rotaie delle tratte di Metropolitana cittadina che continua ovviamente ad essere monitorato come altre zone sensibili ed affollate della città.
Qualche apprensione da parte della cittadinanza al Centro Direzionale dove i residenti dei piani più alti si sono particolarmente spaventati.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più