Un docufilm su Ciro Esposito. La madre: “Sono sola a combattere contro il sistema”

Antonella Leardi

Milano – Nel corso della conferenza stampa di presentazione del ciclo di docufilm ‘Il racconto del reale di Sky Atlantic”, a Milano, è stato proiettato “L’ultimo stadio”. Il docufilm, nato come una web serie di cinque episodi, racconta gli scontri del 3 maggio 2014 a Roma, in occasione della finale di Coppa Italia Fiorentina – Napoli. Durante una colluttazione con alcuni tifosi romanisti, il giovane napoletano Ciro Esposito fu raggiunto da alcuni colpi di pistola e morì poco tempo dopo in ospedale.

Da quel giorno, Antonella Leardi, madre del ragazzo, ha intrapreso una battaglia personale contro la violenza del calcio, contro la competizione violenta che è costata la vita al figlio e con costanza ha portato avanti l’ideale di uno sport pulito caratterizzato dal sano agonismo. Dopo aver assistito alla proiezione del docufilm, quindi, non ha perso occasione per affermare nuovamente quanto detto e per lanciare una profonda accusa all’intero sistema che ruota intorno al pallone.

“Bisogna ancora insistere con i ragazzi, per cambiare qualcosa ci vorranno generazioni. – afferma la Leardi in quanto riportato dal Mattino – Le cose non sono cambiate per niente, sono sola a combattere contro un sistema che non vuole cambiare”. Speriamo che questo rinnovato interesse da parte della TV possa portare nuova linfa alla battaglia di una madre e di tutti i tifosi che amano davvero lo sport.

Potrebbe anche interessarti