Affitti Case, prezzi più alti al Nord: gli insegnanti del Sud trainano il mercato

affitti case

Tra i vari indicatori che testimoniano il progresso (o il regresso) economico di un paese, ci sono quelli realitivi al mercato immobiliare. L’Ansa ha pubblicato un interessante disamina circa il mercato italiano degli affitti. Notevoli sono le discrepanze tra Nord e Sud. Nel 2016, infatti, si è assistito ad una diffusa contrazione dei prezzi nel Sud Italia, mentre sono in aumento gli affitti nelle città del Nord: Trieste (+10,3%), Trento (+6,3%) Venezia (+2,1%) e Milano (+1,7%), con eccezioni a Bologna (-3,7%), Genova (-7,0%) e Torino (-0,1%), sostanzialmente invariata. In crescita Roma (+1,8%). E’ quanto emerge dal Rapporto sulle locazioni 2016 di Solo Affitti, rete immobiliare specializzata nella locazione con 340 agenzie, elaborato con il supporto scientifico di Nomisma. “Dopo il rimbalzo dello scorso anno – afferma Silvia Spronelli, presidente di Solo Affitti – i canoni medi in Italia adesso sembrano stabilizzarsi (-0,2%), ma nel Paese ci sono due velocità tra nord e sud e anche differenze significative fra città e città. Sulla spinta di una maggiore richiesta i prezzi sono in crescita per trilocali e quadrilocali mentre il monolocale perde appeal“.

Significativo, è il numero degli insegnanti che, dal Sud, si sono spostati al Nord per motivi di lavoro. Proprio gli insegnanti, infatti, stanno trainando il mercato degli affitti. Secondo il rapporto “cresce la quota di inquilini chesceglie l’affitto per motivi di lavoro (27%) sia rispetto all’anno scorso (22,6%) sia rispetto al 2014 (25,1%)”. Un aumento, secondo il rapporto “riconducibile al maggior numero di lavoratori ‘trasfertisti’ che molte agenzie Solo Affitti hanno riscontrato negli ultimi mesi”. Decisivo, quindi, il movimento dei professori del Sud che, dall’inizio dell’anno scolastico, sono stati assegnati nelle sedi definitive del Nord, ed hanno dovuto cercare una nuova abitazione in tempi celeri.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più