Napoli. Successo per gli 80 anni della Pizzeria di Matteo: un ricco menù partenopeo

pizzeria-di-matteo

Grande successo per l’evento “80 Voglia di pizza” per festeggiare gli 80 anni della storica pizzeria Di Matteo in via dei Tribunali a Napoli. All’evento hanno preso parte oltre ai tanti clienti affezionati e nuovi arrivati in città proprio per festeggiare questo importante traguardo della storica pizzeria, anche giornalisti e food blogger. Immancabile la presenza del sindaco di Napoli Luigi De Magistris che ha voluto personalmente fare gli auguri al padrone di casa.

L’evento, promosso dall’Associazione Terronian e dal marchio Eccellenze del Sud rappresentati dell’artista partenopea Shara (Sarah Ancarola) che insieme a Salvatore Di Matteo hanno voluto porre l’accento sulle questioni sociali e solidali.
Infatti parte del ricavato dell’evento verrà devoluto alla Protezione Civile rappresentata per supportare le popolazioni colpite dal sisma nel centro Italia. Moderatrice della serata è stata la giornalista enogastronomica Luciana Squadrilli.

pizzeria-di-matteo-3Ma veniamo ora al menù, curato personalmente da Salvatore Di Matteo che ha visto protagonisti in tavola piatti della tradizione Di Matteo e novità arrivate da collaborazioni. Ad aprire il menù la friggitoria della tradizione Di Matteo con la straordinaria frittatina di pasta a seguire la novità la pizza fritta “Affogato Napoletano”, una pizza a 4 mani con al suo interno: moscardini, pomodoro affumicato, fiore di latte e ricotta, ideata insieme allo chef Pasquale Palamaro, chef del Ristorante Indaco ed Executive Chef dei ristoranti dell’Albergo della Regina Isabella di Ischia. A questi due piatti sono stati abbinati un ottimo vino Fiano di Vigna Villae, e una birra Grolsh.

pizza-di-matteo
Pizza: Le 4 stagioni napoletane

Il menù prosegue con una pizza al forno “Le 4 stagioni napoletane” un insieme di ben 4 storiche pizze in una, in abbinamento un ottimo vino Aglianico di Vigna Villae, e una birra Nastro Azzurro. A chiudere il menù una degustazione di norcinerie, con un vino Taurasi di Vigna Villae, e ad un’ottima birra St. Stefanus. Gran finale di menù la graffa della tradizione di Matteo con un prosecco Villa Sandi.

Come sempre Salvatore Di Matteo non delude le aspettative, il suo puntare costantemente l’accento sull’importanza dell’utilizzo di prodotti di qualità per la realizzazione di un buon piatto e, in questo caso, di un’ottima pizza, è stato fondamentale. Ottimi i piatti proposti, una sinfonia di sapori nostrani miscelati sapientemente con esperienza e passione.

Potrebbe anche interessarti